“La Sardegna è un ottimo posto dove vivere”

“La Sardegna è un ottimo posto dove vivere”

Le parole di Dyshawn Pierre dopo il rinnovo per la prossima stagione in maglia Dinamo Banco di Sardegna

Ventiquattro anni compiuti a novembre, alla seconda stagione da professionista, un’energia esplosiva su entrambi i lati del campo, atletismo e un’altissima intensità difensiva che sono diventati il suo marchio di fabbrica: Dyshawn Pierre questa mattina ha siglato l’accordo che lo legherà per un altro anno alla Dinamo Banco di Sardegna. Dopo Scott Bamforth, che ha rinnovato per la prossima stagione venerdì scorso, il club di via Nenni aggiunge un’altra pedina importante al progetto di più ampio respiro che guarda al futuro in termini di continuità e programmazione a lungo termine.

Dyshawn non nasconde la sua felicità: “Sono molto contento di restare un altro anno in Sardegna: il club mi ha offerto una grande opportunità e l’isola è un posto meraviglioso in cui vivere. Le persone sono sempre molto amichevoli e io sono davvero entusiasta di restare qui”. Alla base della scelta dell’ala canadese c’è la solidità del progetto biancoblu: “Credo che il progetto Dinamo sia ambizioso e soprattutto lungimirante: si sta costruendo per il prossimo anno confermando alcuni giocatori che sono già sotto contratto. Questo significa che credono molto in questa squadra e nel nostro potenziale”.

A poche ore dalla palla a due del Game 11 contro Monaco D ha ben chiari i suoi obiettivi: “I miei obiettivi personali coincidono sempre con quelli della squadra: voglio migliorare e crescere insieme ai miei compagni. Vogliamo vincere e sappiamo che per poterlo fare dobbiamo restare uniti, giocare duro e in maniera più intelligente”.

Sulla qualità di questo gruppo non nutre alcun dubbio: “In alcuni frangenti abbiamo mostrato parte del nostro potenziale, ma secondo me possiamo ancora far vedere chi siamo e quale è il nostro reale valore. Dobbiamo essere più consistenti e dare tutto sul campo, giocare con il cuore”.

Come affrontare questa parte di stagione? Il numero 21 ha le idee chiare: “la chiave da adesso in poi sarà restare uniti anche in mezzo alle avversità, superando insieme i momenti duri. Sappiamo che il destino è nelle nostre mani e dobbiamo essere bravi e svegli per cogliere le opportunità che ci si presentano, mettendoci nella migliore posizione per centrare i prossimi obiettivi”.

Sassari, 16 gennaio 2018

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna