Alla scoperta di Dinamo Island 2018, il calendario ufficiale biancoblu

Alla scoperta di Dinamo Island 2018, il calendario ufficiale biancoblu

Presto in tutti i Dinamo Store il calendario Dinamo Island 2018: un viaggio speciale in una Sardegna di tradizioni e mestieri

Sta per arrivare in tutti i Dinamo Store il calendario ufficiale Dinamo Island 2018: un viaggio negli antichi mestieri con i giganti biancoblu alle prese con quelle attività tradizionali che raccontano l’identità del popolo sardo. A tratteggiare il quadro di una Sardegna innovativa, che lavora e produce, sono tredici scatti e tredici professioni diverse. Dalla lavorazione della pelle alla mungitura, passando per la lavorazione del corallo e la raccolta delle olive, mestieri, gesti e sensibilità tramandate di padre in figlio. E trasferiti ai giocatori in un clima di intima condivisione.

A raccontare concept e realizzazione del calendario Nanni Angeli, fotografo gallurese classe 1969, che per il secondo anno consecutivo ha immortalato con il suo obiettivo i giganti all’opera.

“Quando sono stato ricontattato per realizzare il calendario della Dinamo, il primo pensiero è andato a quello dello scorso anno, alle cose che avevano funzionato e alle difficoltà _spiega Angeli_. Perciò una volta decise, con l'equipe Dinamo, il tema (lavori tradizionali o che caratterizzano le produzioni locali della Sardegna) e la direzione del lavoro fotografico, mi sono chiesto cosa fare perché il calendario potesse mantenere autorialità, avesse una forte impronta sarda, ma fosse "chiaramente" diverso dal calendario dello scorso anno.

La prima scelta è stata quella di proporre il bianco e nero, un ritorno naturale alle mie origini di fotografo. D'altronde sono nativo analogico, con un’infanzia in diapositiva e un’adolescenza e una maturità in pellicola b/n ...convertito al digitale per stare nella "contemporaneità". Inoltre le tematiche e i soggetti ben si prestavano ad essere rappresentati con questa modalità espressiva.

Un ulteriore elemento che caratterizza il lavoro di quest’anno è dato dalla presenza degli artigiani e dei lavoratori sardi a fianco ai giocatori, scoperto per caso e riproposto come cifra stilistica. Non uno sfondo, quanto un passaggio di competenze, necessario perché le immagini risultino più credibili e non troppo artefatte, e contemporaneamente un passaggio di consegne, la consegna di “fare vedere” il sapere, la conoscenza, la cura, la pazienza e l’arte di fondamentali gesti che la gente di quest’isola custodisce ed elabora continuamente da millenni.

Sono stati tredici incontri, talvolta brevi, ma al contempo molto interessanti, scambi che raccontano la generosità di cui la gente di quest’isola sa essere capace.

Durante i viaggi in furgone attraverso la Sardegna pensieri…”

Dinamo Island 2018. Un’isola fatta di tradizioni e mestieri antichissimi, portati avanti e tramandati di generazione in generazione. Una ricchezza che racchiude l’identità di un popolo, della sua evoluzione e delle sue unicità. Il calendario Dinamo Island 2018 racconta, attraverso l’obiettivo del fotografo Nanni Angeli, una Sardegna fatta di gesti antichi tramandati di padre in figlio, in posti dove il tempo sembra si sia fermato. Mestieri che, passando di mano in mano, in una danza di generazione in generazione, hanno resistito al tempo e si sono evoluti adattandosi alla modernità. Interamente autoprodotto dall’ufficio marketing e comunicazione del club di via Nenni, frutto di un lavoro durato tre mesi che ha portato la troupe fotografica a macinare quasi 2000 chilometri percorrendo la Sardegna da nord a sud, il lavoro è il continuum ideale del percorso iniziato lo scorso anno con il calendario 2017 che, attraverso 13 scatti, aveva presentato una Sardegna inedita, immortalando posti e luoghi di tradizione con i giocatori come esclusivi protagonisti. Quest’anno il cammino che ha coinvolto i 12 giganti e coach Federico Pasquini li ha portati a riscoprire gli antichi mestieri, quelle professioni lontane dal caos cittadino e dalla tecnologia, ancora vive in tanti paesi dove il tempo batte a un ritmo più lento. Dal ritorno alla terra e alla pastorizia, in Sardegna ancora fetta consistente dell’economia, passando per quelle peculiarità che sono eccellenze riconosciute nel mondo, come la produzione casearia e quella artigianale, enologica e orafa: una Sardegna inedita raccontata attraverso le esperienze dei giocatori. 13 scatti che illustrano un’isola che lavora, che produce e porta avanti con orgoglio le sue tradizionale eccellenze, riconosciute in tutto il mondo. La realizzazione del calendario è stata possibile grazie alla disponibilità e alla gentilezza di aziende e piccole attività familiari che hanno aperto le porte delle case, permettendo alla troupe biancoblu che ha accompagnato i giocatori di calarsi in un mondo straordinario. Dopo aver insegnato e trasmesso ai giocatori i gesti e la manualità delle diverse attività molti di loro sono poi apparsi negli scatti, dando un valore aggiunto alle foto.

Nanni Angeli. Gallurese, quarantotto anni, da oltre 20 si occupa di progetti fotografici sulla Sardegna. Dal 1992 al 2011 vive a Bologna e come fotografo di musica e di teatro documenta la scena bolognese, portando avanti una ricerca sulla rappresentazione fotografica degli eventi performativi. Ha pubblicato su numerosi libri, riviste, quotidiani e cd, in Italia e all’estero. È attivo nel settore della didattica e nella diffusione della cultura fotografica. Dal 1996, con il musicista Paolo Angeli, è direttore artistico del Festival Internazionale Isole che Parlano. Dal 2011 vive a Sassari e si è cimentato per la prima volta nella fotografia sportiva come fotografo ufficiale di Euroleague Basketball nel 2014 per due stagioni.

Il calendario 2018 della Dinamo Banco di Sardegna sarà presto disponibile in tutti i Dinamo Store dell’isola, nell’e-commerce dal sito ufficiale www.dinamobasket.com. Un’idea regalo originale, un oggetto da collezione destinato a restare negli annali. Come di consueto una parte del ricavato sarà destinato in beneficenza per le attività della Fondazione Dinamo.

Sassari, 18 dicembre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna