Dyshawn Pierre Dinamo Island Mvp con l’high stagionale contro Torino

Dyshawn Pierre Dinamo Island Mvp con l’high stagionale contro Torino

Il giocatore canadese è stato eletto Mvp della sfida di ieri contro l’Auxilium

Una prestazione monstre di estrema solidità su ambo i lati del campo: nella vittoria di ieri sera sulla Fiat Torino Dyshawn Pierre ha chiuso con 27 punti, 8 rimbalzi, 4 assist e un totale 33 di valutazione a referto. D ha messo a segno il suo high stagionale alla voce punti: precedentemente il giocatore canadese ne aveva segnato 26 nella gara disputata al PalaDesio lo scorso 20 gennaio. Con la schiacciata in contropiede Pierre ha anche scritto il massimo vantaggio biancoblu di +22 inchiodando il punteggio sul 69-47 al 28’. Il popolo biancoblu l’ha eletto Dinamo Island Mvp della vittoria di ieri contro l’Auxilium Torino: dietro di lui Jonathan Tavernari, autore anche lui di solidaprestazione grazie alle eccezionali qualità balistiche: per Tav 15 punti in 20’ con 5/7 dall’arco. Terzo Darko Planinic, a segno con 16 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

Dinamo Island. Su Dinamo Tv il video del Dinamo Island Mvp della sfida con Torino: ai numeri di Dyshawn si alternano le immagini della Tharros, villaggio nuragico, emporio fenicio, fortezza cartaginese, urbs romana, capoluogo bizantino, capitale del giudicato d’Arborea. Si trova nella propaggine meridionale della penisola del Sinis, nel territorio di Cabras, dove sorgono le rovine dell’antico insediamento, uno dei più rilevanti del Mediterraneo, dove gli scavi portano alla luce di continuo scoperte e spunti di ricostruzione. Si tratta di un anfiteatro naturale delimitato dalle colline di su Muru Mannu e della torre di san Giovanni e dall’istmo del promontorio di capo san Marco. Dalla fondazione (VIII secolo a.C.) all’abbandono (1070 d.C.) la città fu sempre abitata. Testimonianze nuragiche, due torri e un villaggio, provano che l’area era abitata prima dell’epoca fenicio-punica, i cui resti sono legati a fortificazioni e riti funerari: due necropoli, vicine a capo san Marco e alla spiaggia di san Giovanni, e il tophet, santuario cimiteriale per bambini e neonati, dove sono state rinvenute centinaia di urne cinerarie. I cartaginesi ci aggiunsero pietre votive, i romani costruirono sopra un anfiteatro, di cui resta poco. Percorrendo le vie lastricate e canalizzate per il deflusso delle acque, si ammira l’urbs romana. Il massimo splendore è del III secolo d.C., periodo al quale risalgono maestosi edifici: due terme a ridosso del mare (monumentali quelle di Convento Vecchio) e il castellum aquae, serbatoio di distribuzione dell’acquedotto, altra opera romana. La parte più suggestiva è il tempio delle semicolonne doriche e, affiancato da un terzo tempio, il tetrastilo sul mare: due sue colonne sono ancora in piedi. Del resto rimangono solo le basi.

Scegli il tuo Mvp su dinamobasket.com Da quest’anno sarà possibile votare il Dinamo Island Mvp direttamente sul sito ufficiale www.dinamobasket.com Al termine delle sfide del campionato LBA e della Basketball Champions League saranno aperte le votazioni fino alle 16 del giorno successivo al match: basterà accedere al sito o all’app Dinamo sullo smartphone ed esprimere la propria preferenza.

 

Sassari, 28 gennaio 2018

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna