Ieri la festa degli Special Olympics al PalaSerradimigni

Ieri la festa degli Special Olympics al PalaSerradimigni

In occasione della sfida con Brindisi, sul parquet del PalaSerradimgni, i ragazzi di Special Olympics hanno celebrato la Special Olympics European Basketball Week

Una festa, un inno allo sport come mezzo per abbattere le barriere e annullare le diversità: come ogni anno sui campi della serie A si è celebrata la European Special Olympics Basketball Week. In occasione della sfida di ieri con la New Basket Brindisi i ragazzi e le ragazze di Special Olympics hanno accompagnato le due squadre durante la presentazione: sotto lo slogan #PlayUnified prima della palla a due tutti gli attori sul campo hanno posato per la foto di rito. All’intervallo lungo i ragazzi e le ragazze del Team Sardegna Gena hanno giocato la classica partitella di fronte ai cinquemila del PalaSerradimigni tra applausi, sorrisi, canestri tentanti e canestri segnati. Sul parquet la magia dello sport senza barriere: dove il tentare e credere in sè stessi viene prima di qualsiasi risultato sportivo. Parte di quella filosofia che caratterizza Dinamo e Fondazione Dinamo.

Special Olympics. Fino al 3 dicembre in tutti i campi europei si celebra la Special Olympics European Basketball Week. Le persone con disabilità intellettive restano, ancora oggi, emarginate e discriminate. La campagna "Play Unified" lanciata a livello mondiale da Special Olympics mira, attraverso il coinvolgimento, ad abbattere le barriere ancora esistenti ponendo fine all'ingiustizia. Lo sport unisce diventando uno strumento finalizzato a migliorare la loro vita, favorendone l'inserimento e l'integrazione. Rappresenta, inoltre, un'opportunità per far comprendere quanto la diversità sia fonte di arricchimento interiore per tutti noi. La Special Olympics European Basketball Week ha impegnato in tutta Europa, 19.000 atleti con e senza disabilità intellettive che giocano insieme per promuovere lo sport unificato come strumento di inclusione. Il messaggio che è racchiuso nel giuramento di Special Olympics, lo stesso scritto a grandi lettere sulle maglie degli atleti della Gena che ieri si sono messi in gioco sul parquet: “Che io possa vincere ma se non riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze”.

 

Sassari, 04 dicembre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna