La passione al centro del terzo incontro “One1Team...for my life!”

La passione al centro del terzo incontro “One1Team...for my life!”

Continua il progetto promosso da Eurolega e sposato con entusiasmo da Dinamo e Fondazione: protagonista anche del terzo incontro Nicola Virdis, attore e formatore attivo nel sociale, che ha stimolato i ragazzi del gruppo a scoprire le loro passioni.

Un incontro non convenzionale, in linea con l'esperto della terza sessione del progetto “One1Team.. for mylife”, ma denso di emozioni e scoperte per tutti i partecipanti, che si sono confrontati con il tema della passione.

Spesso non servono tante parole per spiegare un concetto, forse ancor di più se si ha l'ambizione di parlare di passione. I ragazzi poi sono acuti e intelligenti e riconoscono subito i sermoni, negando l'ascolto. A volte la cosa migliore è mostrare direttamente che cosa significhi nella propria vita quella parola, quel concetto, far vedere nella pratica quali siano le proprie passioni. Questa è stata la terza sessione One Team: un unico denominatore ha guidato la lezione di Nicola Virdis e l'ora sul campo da basket del PalaSerradimigni, un'unica grande sfida. "Non aspettate di essere grandi per capire che cosa amate fare, per rischiare in ciò che vi piace: il vostro momento è ora!". Nicola ha giocato a carte scoperte, esponendosi in prima persona e mostrando ai ragazzi la sua passione: la giocoleria. Gliel'ha fatta testare attraverso tutti i suoi strumenti (palline, cerchi, diablo, flower stick), li ha invitati a provarli uno ad uno, per far capire loro che quando una cosa ti piace non basta constatarlo: coltivarla comporta anche fatica, pazienza, perseveranza. La fatica e l'impegno che si investono in qualcosa che ci piace sono una delle cose più belle che si possano fare nella vita, perché quando uno riesce a superare i propri limiti e a fare un passo in avanti è contento, gratificato, soddisfatto e ispirato a provare ad alzare l'asticella, sollevando l'obiettivo.
Dall'arte del giocoliere a quella del cestista: i One Team Ambassadors Jack Devecchi e Jeff Brooks con i One Team Coaches Massimo Bisin e Paolo Citrini, dopo aver preso parte attiva all'ora di attività guidata da Nicola lanciandosi in tutti i giochi proposti da lui, si sono poi divertiti sul campo con i ragazzi e nei loro occhi si poteva percepire l'entusiasmo di aver la possibilità ancora una volta di condividere con il gruppo "One1Team...for my life!" la loro passione, il basket, e che questa possa essere strumento di un messaggio globale: "Vivere appieno la propria vita". E la partitella sul campo del PalaSerradimigni ha registrato notevoli cambiamenti: i ragazzi si sono buttati, forti della maggiore confidenza con la palla a spicchi, trovando più fiducia nel gruppo e nei compagni e realizzando sempre più spesso canestri.

Miglioramenti palpabili, visibili anche nell'orgoglio dei due One Team Coaches che incontro dopo incontro vedono questo gruppo crescere, unirsi, diventare squadra.

L'esperto. Nicola Virdis, classe 1982, è attore, giocoliere e operatore artistico dell'associazione culturale “Atuttotondo”, responsabile del progetto Circo Mobile; si è diplomato alla “Scuola di Cirko Vertigo” nel 2006 e da oltre dieci anni calca i palchi isolani e nazionali con i suoi spettacoli. All'attività di attore comico ha affiancato da subito quella di formazione, con corsi e seminari per bambini e adolescenti tesi ad assimilare le abilità circensi insieme al percorso di crescita ed educazione.

 

Sassari, 26 novembre 2014

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna