Le suggestioni di Autunno in Barbagia al Pala2A

Le suggestioni di Autunno in Barbagia al Pala2A

Jonathan Tavernari ambasciatore della Sardegna dal parquet di Masnago

Un invito a scoprire la Sardegna e le sue suggestioni che in autunno si arricchiscono di una luce nuova e diversa. Ieri, in occasione della sfida con la Pallacanestro Varese, i giganti hanno lanciato l’invito a scoprire le meraviglie della Sardegna fuori stagione. Ambasciatore per il Banco il giocatore brasiliano di cittadinanza italiana Jonathan Tavernari che, direttamente dal parquet del Pala2A di Masnago, ha ricordato le prossime date della rassegna itinerante Autunno in Barbagia: il prossimo week end, il 25 e 26 novembre, Orotelli e Ollolai apriranno le loro cortes ai visitatori in un incredibile viaggio nelle peculiarità artigianali, enogastronomiche e naturali del territorio.

Quale occasione migliore per visitare la Sardegna?

Orotelli. Il paese si adagia ai bordi della catena del Marghine, sull’altopiano granitico di sa Serra, dove sorge un parco naturale ricco di testimonianze preistoriche. Orotelli è un centro di duemila abitanti della Barbagia di Ollolai, che fa parte dei borghi autentici d’Italia, conosciuto per la produzione di grano di ottima qualità, di manufatti in pelle e pietra e antiche tradizioni, come la famosa maschera dei Thurpos (ciechi), portata da uomini che indossano un cappotto in orbace nero con cappuccio. Tra i carnevali barbaricini, insieme a quelli di Mamoiada e Ottana, quello di Orotelli è uno dei più significativi. Il paese si sviluppa in due nuclei. Le basse e robuste case in granito del centro storico sono disposte intorno alla parrocchiale di san Giovanni Battista, imponente monumento romanico con suggestivo campanile trecentesco, e alla vicina chiesa di san Lussorio, realizzata nel Settecento in conci di granito. Nel nuovo rione di Mussinzua spiccano la chiesa, un tempo rurale, del santissimo Salvatore e l’altra parrocchiale, dello Spirito santo, edificata sui ruderi di una trecentesca chiesa aragonese. La chiesa del patrono san Giovanni costruita in trachite rossa a inizio XII secolo, ha subito rimaneggiamenti che hanno alterato l’impianto originario romanico, di cui restano facciata, abside e paraste di transetto e fianchi.

Ollolai. Dà nome al territorio storico di cui è centro principale, la Barbagia di Ollolai. L’asfodelo, che colora le campagne vicine, è materia prima per l’arte d’intreccio che si materializza nei cestini realizzati dalle abili mani delle donne ollolaesi nella mostra de s’iscrarionzu. In occasione della tappa di Autunno in Barbagia sarà possibile assistere al lavoro instancabile delle donne che intrecciano i cestini ed è possibile assistere agli incontri di un’arcaica lotta, s’istrumpa, forse di origine nuragica. Tra le connotazioni più caratteristiche ci sono le case in granito con portali in pietra scura, disposte intorno alla parrocchiale di san Michele Arcangelo, un tempo gotico-aragonese, poi più volte rimaneggiata. Qui sono custoditi alcuni dipinti di Carmelo Floris, che ritrasse le donne ollolaesi negli splendidi abiti tradizionali. A metà gennaio, durante i fuochi di sant’Antonio abate, sono offerti vino e il dolce tipico, su pistiddu.  

Autunno in Barbagia. L’autunno è una stagione magica, che inonda l’Isola di colori e profumi inconfondibili: anche quest’anno si conferma l’appuntamento con Autunno in Barbagia, un tour nel cuore della Sardegna alla scoperta di posti unici e incantati. Da settembre a dicembre sarà possibile visitare 32 tappe della Barbagia, un tour tra le cortas apertas che spalancano le porte di case, attività e botteghe ai visitatori. Un viaggio alla scoperta di un microcosmo fatto di tradizioni, antichi mestieri, profumi e prelibatezze. Il fitto programma di questa rassegna prevede passeggiate nei siti archeologici, sentieri immersi nel bosco, interessanti visite ai vigneti e degustazioni dei prodotti del territorio, tra i racconti di chi in questi antichi borghi ancora ci vive e custodisce le proprie preziose tradizioni e i segreti della preparazione di piatti semplici ma dal sapore indimenticabile. Il prossimo appuntamento è fissato a Orotelli e Ollolai nel week end del 25 e 26 novembre.

Scopri Dinamo Island, lasciati incantare dall’Isola.

Sassari, 20 novembre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna