Nasce Medical Dinamo Lab

Nasce Medical Dinamo Lab

Questa mattina in Club House è stato presentato il progetto nato dalla collaborazione dello staff medico biancoblu 

Questa mattina, nella Club House di via Nenni, a Sassari, è stato presentato il nuovissimo progetto Medical Dinamo Lab, nato dalla sinergia tra il club e lo staff medico della prima squadra, rivolto ad atleti e pazienti di ogni età. A introdurre l’iniziativa ai giornalisti di televisione, carta stampata e agenzie il presidente Stefano Sardara e i medici Dott. Andrea Manunta, Dott. Antonello Cuccuru, Dott. Giuseppe Casu, Dott. Gianni Moi, Dott. Giommaria Ventura, il Dott. Giuseppe Fais, Simone Unali, Ugo D’Alessandro insieme al preparatore fisico Matteo Boccolini.

A fare gli onori di casa il numero uno biancoblu: “Oggi è una giornata importante perché annunciamo un progetto di grande rilievo in cui Dinamo è coinvolta ma che nasce dall’attività di eccellenza che in questi anni si è sviluppata grazie alla collaborazione tra gli attori dello staff medico della prima squadra. Oggi questo staff diventa Medical Dinamo Lab: questi professionisti hanno deciso di unirsi e costituire un team composito che consente al paziente/utente, non necessariamente con problemi fisici, di poter usufruire dello screen di un laboratorio che al suo interno ha tutte le eccellenze e le tecnologie all’avanguardia per risolvere le più disparate problematiche, studiando le interazioni che esistono tra le diverse aree di competenza. Si tratta di un pool di medici specializzati che, insieme al preparatore fisico e ai fisioterapisti, in questi anni si è ritrovato a lavorare gomito a gomito per la Dinamo accettando tante sfide con i giocatori che sono passati per Sassari_ha spiegato Sardara_. Potremmo citare tanti casi di nostri giocatori che in questi anni sono stati trattati attraverso il lavoro sinergico e il confronto tra professionisti, trovando la soluzione a infortuni e problematiche spesso legate a diverse interazioni. Tra gli aspetti più interessanti di questa collaborazione c’è quello di mettere al servizio di tutti la casistica, insieme a quella già registrata in questi anni, che svolge un ruolo fondamentale anche per la ricerca. Siamo felici e orgogliosi di salutare la nascita di questa iniziativa e che Dinamo sia stato il veicolo che ha portato alla creazione di questo staff di eccellenza, la cui attività di altissimo livello è già al servizio della squadra e degli atleti”.

La parola dunque agli ideatori del progetto a partire dal Prof. Andrea Manunta, ortopedico dello staff: “Svolgiamo già un ruolo nel campo della traumatologia sportiva attraverso l’AOU ma con questo nuovo progetto intendiamo portare avanti nuove sfide. Per esempio tutti i pazienti saranno sottoposti all’esame del DNA e, attraverso un semplice prelievo di saliva, sarà possibile risalire alla possibilità di predisposizione alla rottura legamentosa. Guardiamo insieme al futuro puntando alla prevenzione e all’ottimizzazione della performance atletica”.

Dott. Gianni Moi: “Ognuno nella sua specificità metterà le proprie competenze al servizio della squadra, abbiamo deciso di unirci per tutte quelle società sportive che vogliono usufruire della nostra collaborazione. Per quanto concerne le tecnologie al servizio del team noi ad esempio in Ortsan facciamo la valutazione quadrimensionale del movimento, esame cui sottoponiamo gli stessi giocatori nelle visite che precedono la preparazione e che ci permette di personalizzare i carichi e prevenire gli infortuni”.

Dott. Giommaria Ventura: “Credo sia importante sottolineare che stiamo creando un laboratorio medico di alta qualità che unisce una serie di eccellenze, qualcosa di unico sicuramente a livello isolano e raro in campo nazionale. Tutti, atleti e non, potranno usufruire di uno screening preventivo che permetterà di individuare e prevenire eventuali problematiche”.

Dott. Casu: “Il nostro primo target sono i ragazzi delle giovanili, in età evolutiva, nei quali dobbiamo cogliere problemi gnatologici che sono alla base di paramorfismi e problematiche strutturate intervenendo in fase di crescita per poterle correggere”.

Il progetto. Unire le competenze e lavorare in sinergia per studiare e preservare la salute degli atleti e dei pazienti: è questo l’obiettivo fondante di Medical Dinamo Lab, progetto nato dalla collaborazione tra i medici dello staff biancoblu sotto il coordinamento del club. La sinergia tra questi professionisti porta alla creazione di un laboratorio multidisciplinare al servizio delle società sportive e degli utenti interessati che potranno usufruire di uno screening a 360 gradi in grado di evidenziare eventuali problematiche e predisposizioni. Lo staff  curerà programmi specifici di preparazione e pacchetti per atleti professionisti e non di lavoro estivo nei periodi di stop della stagione agonistica. Per la prima volta la competenza e l’esperienza di diversi professionisti viene messa a disposizione del pubblico, nello spirito che anima lo sport, seguendo quel percorso tracciato dalla Dinamo nel corso di questi ultimi anni, nel segno dell’eccellenza, della sinergia e della lungimiranza.  

Medical Dinamo Lab, lo staff. Ecco la squadra del Medical Dinamo Lab: Andrea Manunta (Ortopedico), Antonello Cuccuru (Medico sportivo), Giuseppe Casu (Medico di base), Giuseppe Fais (Radiologo ed Ecografista), Giommaria Ventura (Odontoiatra), Gianni Moi (Tecnico ortopedico), Francesco Dettori (Cardiologo), Patrizia Piras (Dermatologo) e Robert Pisanu (Chiropratico); il preparatore fisico Matteo Boccolini, i fisioterapisti Simone Unali, Andrea Giordo, Raffaele Cabizza e Ugo D'Alessandro.

Sassari, 17 ottobre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna