La Dinamo torna a sorridere: battuta Pesaro con autorità

La Dinamo torna a sorridere: battuta Pesaro con autorità

Vittoria autoritaria degli uomini di coach Esposito sulla VL Pesaro: 114-73, nuovo record biancoblu

È una Dinamo agguerrita e combattiva quella che si vince con autorità sulla Victoria Libertas Pesaro nella sfida della 12°giornata di campionato LBA. Devecchi e compagni si impongono su Pesaro in una partita in controllo fin dai primi minuti di gioco: gli uomini di coach Esposito, in una serata dalle percentuali stratosferiche dalla lunga distanza (50%), portano in campo concretezza ed energia per scacciare con forza il trend negativo delle ultime sfide. Con un terzo quarto stellare il Banco scrive il massimo vantaggio di +48, condotto dalle prestazioni balistiche di Smith, Pierre, Spissu, Gentile e Thomas. La vittoria su Pesaro scrive un nuovo record nella storia del club con uno scarto di 41 lunghezze: da quando è nella massima serie il Banco si era imposto di 34 su Bologna (nella stagione 2011-2012) e Cremona (2013-14).

La Dinamo chiude la sfida del giorno di Santo Stefano con otto uomini in doppia cifra: top scorer Jaime Smith, a referto con 18 punti, 5/8 da tre, 5 assist per un totale 20 di valutazione. Doppia doppia sfiorata per Rashawn Thomas, a segno con 16 punti, 9 rimbalzi e 5 assist (22 di valutazione), e Jack Cooley (15 pt, 8 rb). Grande energia sul parquet di un super Dyshawn Pierre, vero tuttofare nel primo tempo: per il giocatore canadese 14 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. Ottimo impatto sul match di Marco Spissu (13 pt, 6 as), 11 punti a testa per Bamforth, Gentile e Polonara. La Dinamo ha tirato con il 50% da tre e chiuso con 43 rimbalzi catturati e 43 assist.

Giuseppe Cuccurese nella hall of fame biancoblu. Prima della palla a due è stata ufficializzato l’inserimento del Dott. Giuseppe Cuccurese nella Hall of fame biancoblu: Direttore Generale del Banco di Sardegna dal giugno del 2012, sotto la sua gestione il rapporto tra la Dinamo e il suo main sponsor è diventato sempre più profondo, in una fruttuosa e lungimirante unione di obiettivi e ambizioni. Alle eccelse doti manageriali del dg Cuccurese si unisce la grande passione per i colori biancoblu: primo tifoso del club, in questi anni ha spesso accompagnato la Dinamo in tante trasferte in Italia ed Europa, sostenendo in prima persona i giganti nel loro cammino. Dal 2012 a oggi Dinamo e Banco di Sardegna hanno vissuto una vertiginosa ascesa che ha portato queste due realtà isolane ai vertici del panorama cestistico nazionale, mettendo in bacheca due Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, lo storico Scudetto e uno Scudetto under 18 èlite, festeggiando così nel migliore dei modi le nozze d’argento. Il dg del Banco di Sardegna ha sempre mostrato grande attenzione al mondo Dinamo a 360 gradi, con l’istituzione del Torneo Minibasket Banco di Sardegna dedicato ai piccoli cestisti di tutta l’isola, sostenendo le numerose attività del settore giovanile a livello regionale e nazionale, accompagnando il club nelle ribalte nazionali ed europee, supportando le attività nel sociale della Fondazione Dinamo, sostenendo con entusiasmo i progetti con Università e scuole, per avvicinare i giovani allo sport.

Coach Esposito manda in campo Smith, Bamforth, Pierre, Thomas e Cooley, Pesaro risponde con Blackmon, McCree, Artis, Monaldi e Mockevicius. I primi punti portano la firma di Jaime Smith dai 6,75, Pesaro apre le danze con due canestri di Blackmon. Sassari bombarda con Bamforth e un Pierre tuttofare: il giocatore canadese conduce i suoi con tanta energia a rimbalzo. Il Banco chiude un break di 6-0, Pesaro si sblocca con il 3+1 di McCree. Break di 4 lunghezze firmato Thomas, Cooley e Bamforth allungano e la prima frazione si chiude 28-14. Nella seconda frazione Pierre conduce il Banco sul +17 ma Pesaro non ci sta e firma un break da 8-1 che riporta la VL sotto la doppia cifra di svantaggio. Reazione sassarese con Thomas, Pierre e Magro: il Banco chiude il primo tempo 47-30. Al rientro dalla pausa lunga i giganti dilagano siglando un terzo quarto da 33-16: a condurre i sassaresi sono le prestazioni balistiche di Smith, Polonara, Spissu e Bamforth. I biancoblu si portano a +37, Pesaro prova ad accorciare ma il Banco scappa via (80-46). Gli uomini di coach Esposito continuano la loro corsa e scrivono il +46, la Vuelle prova a fermare l’emorragia e accorciare il divario. Il capitano che si butta per recuperare il pallone sul +41 è la fotografia di un Banco rabbioso e agguerrito, intenzionato a vendere cara la pelle nelle ultime giornate del girone di andata. Al PalaSerradimigni finisce 114-73.

Sala stampa. Il coach della dinamo Banco di Sardegna Vincenzo Esposito commenta così la gara: “In questo momento credo che la cosa più importante sia il risultato. Tutti i ragazzi hanno avuto minuti per stare in campo, hanno tutti giocato una partita di spessore difensivo, cosa che poi ci ha permesso di entrare in ritmo e di trovare le migliori soluzioni in attacco. A livello statistico, stasera le voci importanti sono assist e rimbalzo, in cui abbiamo dominato. Da domani si comincia a preparare la sfida con Brescia, una gara importante, e lo faremo con impegno e a testa bassa come al solito. Cerchiamo di finire il girone di andata nel miglior modo possibile”.

Il coach della Vuelle Pesaro Massimo Galli: “Abbiamo fatto una bruttissima partita, senza alcuna resistenza, faccio i complimenti a Sassari. Veniamo da una serie di sconfitte che forse hanno minato la nostra fiducia ma se la squadra arriva davanti a un’avversaria come Sassari e gioca in questo modo, senza voglia di combattere, senza intensità, vuol dire che qualcosa non va e che la responsabilità è anche dell’allenatore, ovvero mia. Ci sono senz’altro delle cose da cambiare e lavoreremo a questo”.

Il centro biancoblu Jack Cooley: ”Credo che sia stata una grande prova di squadra sia in difesa sia in attacco. E’ una bella reazione dopo un periodo negativo e spero che ora prendiamo continuità per le prossime gare, ne abbiamo bisogno. In questa stagione ci sono stato molto alti e bassi, dobbiamo fare in modo di controllare i momenti down e di far durare quelli alti. Siamo una bella squadra, so che possiamo fare davvero meglio”.

Dinamo Banco di Sardegna 114 – VL Pesaro 73

Parziali: 28-14; 19-16; 33-16; 34-27.

Progressivi:  28-14; 47-30; 80-46; 114-73

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 13, Chessa, Smith 18, Bamforth 11, Devecchi 3, Magro 2, Pierre 14, Gentile 11, Thomas 16, Polonara 11, Diop, Cooley 15. All. Vincenzo Esposito.

VL Pesaro. Blackmon 15, McCree 16, Artis 18, Murray 11, Conti, Giunta, Tognacci, Ancellotti, Monaldi 3, Shashkov, Zanotti, Mockevicius 10. All. Massimo Galli

Sassari, 26 dicembre 2018

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna