G22 LBA HIGHLIGHTS | DINAMO BDS - TRENTO

G22 LBA HIGHLIGHTS | DINAMO BDS - TRENTO

22/04/2021 | 00:04:41

Nel recupero della 22^ giornata del campionato di serie A, la Dinamo si presenta al PalaSerradimigni reduce dal successo di Brescia dopo 3 ko consecutivi, mentre Trento arriva da 5 vittorie nelle ultime 6 partite e si gioca una buona fetta dell’accesso ai playoff. Pozzecco vuole conferme dopo i progressi visti negli ultimi due match e parte con il quintetto classico, mentre Molin privo di Mezzanotte e Pascolo, recupera Toto Forray cercando di mettere in difficoltà il Banco con la fisicità dei suoi giocatori. Sassari impatta benissimo, difende, corre il campo e costringe l’Aquila a rincorrere, Bendzius è mostruoso nel primo quarto, realizza 16 punti con 6/6 dal campo, lancia la Dinamo ma Trento risponde e limita i danni grazie alle zingarate di Martin e gira l’inerzia ad inizio secondo quarto, la super difesa della Dolomiti mette granelli di sabbia nel motore della Dinamo che batte un po’ in testa, il Banco realizza 3 punti in 5 minuti ma tiene botta, l’impatto di Treier (6 punti e 3 rimbalzi in 12 minuti) è provvidenziale, la circolazione di palla di Sassari è tornata ad essere il flipper dei momenti migliori, la difesa sale di colpi, Bilan (14 punti e 9 rimbalzi) raccoglie i frutti nel pitturato, Trento va ancora in difficoltà, ma una bomba incredibile di Morgan (19 punti con 5/11 da tre punti) da 15 metri tiene a galla l’Aquila che va all’intervallo sotto di 6 punti.
La Dinamo esce dagli spogliatoi ancora più aggressiva, la difesa è micidiale nel collassare il pitturato, cresce il numero dei recuperi, il campo aperto è devastante, Bendzius è pazzesco (28 punti con 6/6 da 3 punti e 36 di valutazione) nel mitragliare il canestro, ma è tutta Sassari a girare a mille, arrivano contributi di Gentile, Burnell e Katic che spingono il Banco al +17. Trento ha l’istinto della battaglia nel proprio DNA, non ne vuole proprio sapere di mollare, nonostante un deludente Maye e Browne a corrente alternata, l’Aquila difende e pressa, mette le mani addosso e rispolvera Sanders (15 punti con 6/12 dal campo e 6 assist), Jacorey Williams è bravissimo nel cercare di aiutare la squadra in una giornata di secche offensive (chiuderà con 11 punti rispetto ai 25 di media delle ultime partite), la fisicità della squadra di Molin mette in grossa difficoltà la Dinamo che è costretta ad aggrapparsi alle giocate di Treier, al 30’ però Trento è completamente in partita. Ma quando giochi una partita di qualità e torni a mordere, trovi energie e protagonisti diversi, il Banco reagisce ancora e trova l’ennesimo go to guy, ovvero Burnell (14 punti con 6/10 dal campo e 5 assist con 21 di valutazione) che firma un ultimo periodo da capo branco, le sue triple e le sue giocate difensive sono chiave, la perla di Bendzius con l’Indiana Move e il gioco da 3 punti di Spissu chiudono il match, la Dinamo porta a casa una vittoria sofferta ma assolutamente meritata, giocando una pallacanestro eccellente, difendendo e reagendo ad ogni tentativo di Trento di rientrare in partita e mostrando chiaramente i progressi di condizione fisica e mentale in vista del corsa playoff. La quarantena di Brindisi allunga i tempi di chiusura della regular season, poco cambia, questo Banco dimostra che è lontano il tempo per darla per morta in questa stagione.

Dinamo Banco di Sardegna | Sardegna | Basketball Champions League | Stefano Sardara | Gianmarco Pozzecco | Marco Spissu