Ignerski Michal

#11 Ignerski Michal

Place of birth Lublino (POL)

Date of birth 13/08/1980

Nationality POL

Role Ala

Height 207 cm

Weight 111 kg



Profile

Nato il 13 agosto del 1980 a Lubin in Polonia, ala grande di 207 centimetri per 111 chilogrammi, elemento che si è rivelato complementare al quintetto ed è particolarmente vicino all'idea di ala grande propria del basket di coach Meo Sacchetti. Un lungo perimetrale, decisamente mobile e dinamico a dispetto della notevole stazza fisica, capace di integrarsi al meglio nel gruppo e con i compagni, tatticamente funzionale al raggiungimento dell'obiettivo perché capace di aprire il campo alle incursioni degli esterni biancoblu e di costruirsi il tiro. Elemento solido e tecnicamente valido, dotato di ottimi fondamentali e forte senso della squadra. Nasce come ala piccola, ed oggi è numero 4 di grande valore e di sostanza. Un elemento di riconosciuto livello continentale che si innesta perfettamente nel quintetto biancoblu, giocatore fisicamente solido che ha nel tiro da tre punti un'arma letale e si trova a suo agio in area anche al cospetto dei “big man” avversari. Un osservato speciale per le difese avversarie, un punto di riferimento per i “piccoli” ed una valida spalla per Tony Easley.

La carriera

Un giocatore maturo e formato, forgiato alla scuola polacca con tanto di quadriennio negli Stati uniti (1999-2003) vissuto fra i college americani di Bacone Junior e E. Oklaoma Junior (Njcaa) ed i due anni passati a giocare con la canotta dei Missisipi St. Bulldogs (Ncaa). Il suo curriculum si arricchisce con importanti esperienze europee vissute prima da vero protagonista in patria (due volte vice campione di Polonia e vincitore di due Coppe nazionali), quindi alla ACB spagnola con CB Siviglia e San Sebastiàn, in Turchia in maglia Beşikitaş e quindi nel difficile e sempre più competitivo campionato di Russia con il Novgorod (quinto realizzatore della stagione) e quindi, nell'ultima parte della stagione, al Lokomotiv Kuban. Un giocatore dal grandissimo talento, rivelatosi alla platea italiana nell'estate delle qualificazioni agli Europei di Slovenia 2013 giocate con la maglia della Nazionale polacca, ma già ben noto alla ribalta continentale per le numerose esperienze maturate in diversi club europei.

L'uomo

Sposato e padre di due gemelli, ha chiesto di vivere sul mare, è una persona solare che ama stare in gruppo ma quando in campo diventa un vero guerriero della palla a spicchi: agonista determinato che sa però condividere la scena con i suoi compagni. La Dinamo ed il suo staff lo seguivano da tempo ma solo nell'estate appena trascorsa sono riuscite ad assestare l'assalto decisivo ed a firmarlo in biancoblu. Un vero colpo di mercato per la società del presidente Stefano Sardara, che battendo la concorrenza di diversi club europei che lo corteggiavano, si è assicurata le prestazioni di un top player di caratura internazionale, pedina in grado di fornire il suo apporto in campionato ed Eurocup (già affrontata più volte in carriera), di recitare un ruolo importante in campo ed in allenamento, complementare al quintetto e particolarmente vicino all'idea di ala grande propria del basket di coach Meo Sacchetti. Seguito da alcuni dei più importanti club del vecchio continente, è stato strappato alla concorrenza dopo lunga e complessa trattativa: il nero su bianco del suo contratto lo rende oggi un giocatore della Dinamo.


Photo gallery