“Voglio diventare una professionista”

“Voglio diventare una professionista”

La storia di Aicha Dioume totem senegalese sotto il canestro del Sant’Orsola Team Dinamo Academy

Gli occhi di Aicha sono scuri e profondi, si illuminano quando parlano del basket e dei suoi sogni: lei, originaria del Senegal, è arrivata in Sardegna nel 2017 “per raggiungere mia sorella e mio cognato che vivevano qua già da qualche anno _racconta a DinamoMania_ quando sono arrivata non parlavo neanche una parola di italiano ma le mie compagne nello spogliatoio mi hanno aiutato. Io sono un po’ timida ma loro mi hanno coinvolta fin dal primo giorno, mi hanno insegnato tanto e fatto sentire a casa”. L’amore per la palla a spicchi è sbocciato nel suo paese natale: “in Senegal si pratica tanto sport, quando ero bambina a 5-6 anni mi intrufolavo alle partite per fare il tifo finché un giorno mi hanno proposto di provare. Io ero un po’ timorosa ma poi ho iniziato quasi per gioco. A un certo punto ero diventata bravina, avevo il fisico adatto per competere a livelli non solo amatoriali, ma vengo da una famiglia di otto persone e non c’erano i mezzi per continuare”. Il destino però a volte ha bisogno di una spinta: “il mio allenatore credeva molto in me mi ha regalato un paio di scarpe per giocare, è iniziato tutto lì”. Arrivata a Sassari Aicha ha disputato il campionato di serie B, dando solidità e presenza sotto le plance: “Nel 2017 abbiamo vinto il campionato di serie B, è stata una gioia immensa che non pensavo avrei mai provato. Sarò sempre grata al coach Andrea, a Giacomo e al presidente Vasconi. Sono convinta che anche quest’anno possiamo davvero fare bene, possiamo ambire a vincere ancora e stiamo crescendo di partita in partita”. La storia di Aicha è fatta di sport e passione ma anche sacrifici: “Sono tre anni che non torno a casa, ci sono giorni in cui la nostalgia della mia famiglia è tanta da togliermi il respiro ma quando sono giù metto a fuoco i miei obiettivi: voglio diventare una giocatrice professionista -come i miei miti Kobe Bryant e Dyshawn Pierre- e vivere di basket”. Quando parla dei suoi sogni nel cassetto gli occhi di Aicha si illuminano di una luce diversa, quella della forza della determinazione che insieme alla volontà sono un motore inarrestabile.

 Sassari, 21 novembre 2019

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna