Alle 20:30 il Game 13: obiettivo fattore campo

Alle 20:30 il Game 13: obiettivo fattore campo

Al PalaSerradimigni la sfida con l’Unet Holon di Basketball Champions League

La Dinamo Banco di Sardegna è pronta al secondo impegno casalingo consecutivo: questa sera, alle 20:30, sarà alzata la palla a due del Game 13 di Basketball Champions League. L’ultima sfida in casa della regular season di coppa rappresenta per gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco l’opportunità di chiudere la stagione regolare al migliore piazzamento possibile, in vista del prossimo turno: il Round of 16 infatti si disputerà in una mini serie al meglio delle tre sfide e il fattore campo sarà determinante per poter disputare l’eventuale bella in casa.

 “Conosciamo bene la forza di Holon, una squadra che nelle ultime 8 partite ne ha vinte 7 e ha perso solo contro Maccabi in campionato _ha sottolineato l’assistant coach Edoardo Casalone alla vigilia_. L’Hapoel ha trovato una nuova identità con il cambio in panchina, diventando più costante, al momento gioca un’ottima pallacanestro, molto legata al pick and roll: è una squadra esperta con giocatori che si conoscono bene, abituati a condividere il campo, con pedine di grande esperienza. Rispetto alla sfida di andata incontriamo una squadra diversa sotto alcuni aspetti: oltre all’allenatore sono cambiati anche gli interpreti, anche se l’ossatura -che è quella che decide il modo di giocare- è rimasta la stessa. Hanno aggiunto al roster una pedina di assoluto livello come Joe Alexander, che Sassari conosce bene, hanno cambiato il centro titolare dopo aver salutato Williams ma resta il loro modo di giocare nei pick and roll, con giocatori di grande esperienza: uno su tutti Guy Pnini che è il playmaker aggiunto della squadra, conta tanto dentro al campo per le sue qualità tecniche ma soprattutto è un punto di riferimento per i compagni”.

Hapoel Holon. Fondata nel 1947, ha in bacheca un titolo nazionale vinto nella stagione 2007-2008 e due Coppe d’Israele (2008-09, 2017-18). Lo scorso anno hanno chiuso al terzo posto nella classifica della Liga ha’Al fermandosi ai quarti di finale playoff mentre, dopo aver disputato la regular season di BCL, il cammino in Fiba Europe Cup è stato fermato dalla Dinamo Banco di Sardegna in semifinale. Inserita nel gruppo A di Basketball Champions League Holon: con sei vittorie e sei sconfitte la formazione è al quinto posto della classifica. Rispetto alla sfida di andata, in cui il Banco si impose conquistando la terza vittoria consecutiva in due anni contro la formazione israeliana, la squadra è cambiata: salutato Sharon Dracker è arrivato il tecnico greco Stefano Dedas. Il roster è un mix di esperienza e talento formato da giocatori americani e nazionali, salutati il lungo Latavius Williams e la guardia Malachi Richardson, approdato in Italia in maglia Cremona, il club israeliano ha salutato il ritorno dell’ex Dinamo Joe Alexander. Attenzione al play Marcus Foster (17.4 punti e 3.8 assist) che si alterna con il nazionale israeliano Yogev Hoayon (5.1 assist a partita). Sorvegliati speciali sono la combo guard classe 1995 Troy Caupain, insieme all’ex di giornata Joe Alexander e l’ala TJ Cline, che viaggia una media di 5.8 rimbalzi e 3.5 assist. In panchina c’è Guy Pnini, vecchia conoscenza del Banco di Sardegna che l’ha incontrato nelle file del Maccabi Tel Aviv in Eurolega e negli ultimi due anni in BCL e Fiba Europe Cup, giocatore classe 1983 di grande esperienza.

Game 13, le curiosità. Quello di stasera sarà il quarto incontro tra la Dinamo Banco di Sardegna e Hapoel Holon in Basketball Champions League, la Dinamo ha vinto le ultime tree sfide tra la stagione 2017-18 e quella attuale. Il Banco ha vinto sette delle ultime otto partite in Basketball Champions League, segnando più di 90 punti in sei di queste vittorie: hanno vinto tutte le 11 partite in casa in cui hanno segnato 90 o più punti. Holon ha vinto gli ultimi tre incontri in coppa ma non ne hanno mai vinti quattro di fila. Attualmente hanno perso solo tre dei dodici quarti di queste tre partite. Gli israeliani hanno subito nove doppie doppie dagli avversari, più di tutte le altre squadre. Dyshawn Pierre ha segnato più di 20 punti in solo 3 dei 26 incontri di BCL, ma due di queste prestazioni sono state contro l’Unet Holon, lo scorso anno e nella sfida di andata di quest’anno. Due delle tre volte in cui Guy Pnini ha segnato più di 20 punti in una gara di Basketball Champions League (il suo high personale) è stato contro la Dinamo, compresa la sfida di andata di novembre.

Baby parking. Al costo di 6 euro è disponibile il servizio baby parking a partire da 45 minuti prima dell'inizio della partita. Maggiori informazioni allo 079280068 o presso il Dinamo Store di via Nenni dove è possibile pagare la quota.

Food & Beverage. Durante le partite casalinghe nei settori A, B e C del PalaSerradimigni sono presenti i corner Food&Beverage con i banchetti ristoro: pizzette, spianatine farcite, bibite e birra e tanti snack. Il servizio è attivo a partire dall’apertura dei cancelli fino alla mezz’ora successiva alla fine della partita.

Diretta in Club House a Cagliari. A Cagliari, nella location di viale Bonaria 33, sarà possibile guardare in diretta tv il match. Per 15 € piatto mix accompagnato da 0,20 o calice di vino. Per info e prenotazioni è possibile contattare lo 0707516415 o 3802137490.

Cena in Club House. L’appuntamento nel post partita è fissato nella Club House di via Nenni a Sassari per il classico terzo tempo nell’ambiente conviviale e amichevole di Casa Dinamo: è possibile gustare la cena, per info e prenotazioni chiamare 079275075 oppure inviare un messaggio alla pagina Facebook Dinamo Sassari Official.

Guarda la preview su Dinamo Tv:

Sassari, 28 gennaio 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna