I giganti espugnano Pesaro

I giganti espugnano Pesaro

Il Banco di Sardegna si impone su Pesaro 81-88 e centra la decima vittoria di fila

La Dinamo Banco di Sardegna si impone nella 12° giornata di ritorno del campionato ed espugna la Vitrifrigo Arena di Pesaro battendo la Vuelle. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco conquistano la decima vittoria in fila tra campionato e coppa e proseguono la loro corsa a caccia del piazzamento playoff. Smith e compagni partono bene siglano un break iniziale di 11-0, i padroni di casa rientrano in partita ma il Banco trova energia e fiducia  co la coppia Spissu-Polonara per chiudere il primo tempo avanti 33-44. Al rientro dall’intervallo lungo i giganti scrivono il +20 grazie a un ottimo lavoro corale per poi abbassare la guardia, permettendo alla Vuelle di dimezzare lo svantaggio e riportarsi a contatto a metà dell’ultima frazione. Nel finale gli uomini di Pozzecco trovano con Thomas e Smith la lucidità di piazzare il break decisivo, grazie al lavoro di un gruppo agguerrito e determinato.

Coach Pozzecco manda in campo Smith, McGee, Pierre, Thomas e Cooley, coach Boniciolli risponde con Blackmon, Conti, Zanotti, Wells, Mockevicius. Avvio contratto per entrambe le squadre: è il Banco a sbloccarsi per primo e lo fa nel migliore dei modi. I giganti piazzano un break di 11-0: ad aprire le danze Cooley, seguito da Smith e Thomas. Pierre dall’arco firma il massimo vantaggio, Wells sblocca Pesaro con due canestri e suona la carica. Lyons e McCree riportano la VL in partita, reazione sassarese con la coppia Cooley-Thomas. McCree riporta i suoi a -1, ma i sassaresi non ci stanno e si riportano avanti con Polonara e Carter a cronometro fermo. Dopo 10’ è vantaggio biancoblu:16-22. C’è un ottimo Marco Spissu a trascinare la Dinamo in avvio di secondo quarto: botta e risposta dall’arco tra il numero 0 e l’ex Diego Monaldi. Anche Thomas punisce dall’arco e il Banco recupera lunghezze. Tre falli sanzionati in meno di 2’ a Jack Cooley costringono il centro biancoblu in panchina. Monaldi e Blackmon provano ad accorciare ma un parziale di 7-0 chiude il primo tempo con la Dinamo avanti in doppia cifra (33-44). I giganti rientrano dagli spogliatoi con fame ed energia: Cooley apre le danze del secondo tempo, lo seguono McHee e Pierre. Il Banco scrive un parziale di 12-4: Smith scrive il +20 a cronometro fermo. Ma la Vuelle non molla di un centimetro e il break di 4 punti di Ancellotti suona la carica: i padroni di casa dimezzano il vantaggio trascinati da McCree e al 20’ il tabellone dice 49-59. Pesaro continua la sua corsa con McCree e Wells: Blackmon riporta i suoi a un solo possesso di distanza. Thomas ricaccia indietro i biancorossi dall’arco, Blackmon risponde con la stessa moneta per il -1. Jaime Smith infila due canestri fondamentali e costringe McCree al fallo in attacco, il quarto della sua partita. Dall’altra parte del campo Thomas infila la bomba del 71-77. Il giocatore originario di Oklahoma però è costretto alla panchina perchè in pochi secondi viene sanzionato con quarto e quinto fallo. Pesaro sigla un break di 5 punti con Wells a cronometro fermo e Monaldi dall’arco: l’ex Dinamo riporta i suoi a -1. Ma il Banco non ci sta, Smith trova tre punti di fila per il nuovo +4. I giganti infilano altri 5 punti con Polonara idall’arco e Cooley dalla media. Pesaro tenta l’ultimo aggancio al match ma i giganti sono implacabili: Gentile mette il sigillo sulla vittoria dalla lunetta. Alla Vitrifrigo Arena finisce 81-88: la Dinamo Banco di Sardegna centra la decima vittoria tra coppa e campionato.

Sala stampa. Il commento a caldo di coach Gianmarco Pozzecco: “Prima di tutto voglio fare i complimenti a coach Boniciolli e alla sua squadra per aver giocato una partita straordinaria, perché questa sera abbiamo fatto davvero fatica e questo dimostra l’enorme qualità di Pesaro che ha lottato con grande energia fino alla fine. Noi siamo contenti, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile contro una squadra in forma che avrebbe avuto in campo un giocatore di talento come Wells. Noi abbiamo giocato bene per lunghi tratti, abbiamo subito la loro fisicità a un certo punto ma alla fine questa grande fiducia che stiamo vivendo ci ha permesso di trovare quei due-tre canestri in più che ci hanno permesso di vincere la partita. Credo che la zona ci abbia dato grande energia, anche se è un'arma che non adottiamo molto, ci ha permesso di trovare un break decisivo togliendo fluidità a Pesaro”.

VL Pesaro 81 - Dinamo Banco di Sardegna 88

Parziali: 16-22; 17-22; 16-15; 32-29.

Progressivi:16-22; 33-44;49-59; 81-88.

Victoria Libertas Pesaro. Blackmon 18, McCree 23, Artis, Conti, Lyons 3, Giunta, Tognacci, Ancellotti 6, Monaldi 12, Zanotti, Wells 12, Mockevicius 7. All. Matteo Boniciolli

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 6, Re, Smith 20, McGee 8, Carter 5, Devecchi, Magro, Pierre 5, Gentile 7, Thomas 18, Polonara 11, Cooley 8. All. Gianmarco Pozzecco

Sassari, 20 aprile 2019

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna