Storie biancoblu: I love Dinamo

Storie biancoblu: I love Dinamo

Bruna ci conduce in un viaggio nella sua passione per la Dinamo: dalle prime partite viste da piccola, passando per le storiche promozioni in A2 e A fino a oggi

Ho avuto la fortuna di avere a che fare con la mia squadra del cuore fin da piccola. Mio padre è stato vicepresidente della Dinamo negli anni della mia infanzia e miei fratelli facevano parte della squadra. Sono quindi cresciuta con questa passione e posso davvero dire di aver vissuto tutte le fasi della crescita della mia amata Dinamo.

Sono tanti i ricordi e sono davvero tante le emozioni che li accompagnano ... sicuramente tra i più belli è il ricordo di quella  magica domenica di giugno del 2010  in cui siamo stati promossi in serie A, ma devo dire che in quanto ad emozioni non è da meno la conquista della serie A2 o il dolore per quella palla persa da Jason Rowe l’anno prima che conquistassimo la serie A, tant’è che il nostro Jason si era ripromesso che l’anno successivo quella promozione l’avremmo conquistata ..e così è stato ! 

Credo che non potrò mai dimenticare il “We are the champions” che tutto il palazzetto cantava e ricordo le lacrime che scivolavano sul viso! 

Gli anni successivi sono stati magici ...come non emozionarsi al pensiero dei grandi giocatori che abbiamo avuto la fortuna di conoscere! Ma nel mio cuore rimarrà per sempre il ricordo del talento e della personalità di Travis Diener che rimarrà il mio giocatore preferito insieme al cugino Drake... loro non solo erano dei grandi campioni, ma hanno amato la nostra città, sono rimasti per diverse stagioni e tutt’ora quando parlano di quegli anni dicono che sono stati sicuramente tra i più belli della loro vita ... tranquilli ragazzi, anche per noi! 

Messa alle spalle l’era dei Diener, il destino ha voluto che arrivassero a Sassari i giocatori più pazzi e talentuosi che potessimo avere e con loro è arrivato “il triplete” che sicuramente rimarrà nella storia del basket!! 

Gli anni successivi sono stati anni decisamente più complicati ma non abbiamo mai mollato e siamo arrivati alla stagione 2018-19 che sicuramente ricorderò come una delle stagioni più belle, emozionanti  e divertenti che potessimo vivere! Non abbiamo vinto lo scudetto ma, la verità, per me è come se lo avessimo vinto e non esagero nel dire che la gioia della partita giocata a Sassari contro Milano, partita che ci ha permesso di accedere alla finale, è stata uguale, se non superiore, alla gioia del nostro primo scudetto! 

Chissà perché il cuore mi diceva che l’impresa sarebbe stata possibile sin dalla mattina perché già al risveglio il mio cuore mi diceva che avremmo potuto superare Milano! 

Naturalmente, come sempre, sono arrivata al Palazzetto con largo anticipo e l’aria che si respirava era speciale! Quel giorno i miei amici di “Orgoglio Biancoblu” hanno organizzato la più bella coreografia che io abbia mai visto al Palaserrademigni: un galeone che insegue lo scudetto in un mare infestato da squali che rappresentavano le nostre rivali - Milano, Brindisi e Venezia- e ancora oggi riguardando i filmati l’emozione è davvero forte. Che dire? La partita è stata un sogno, una partita perfetta, in un ambiente da favola, con il pubblico che ha fatto veramente il sesto uomo in campo! Quel “ce ne andiamo in finale “che è esploso negli ultimi frangenti della partita lo ricorderò per sempre! Abbracci, lacrime di emozione, il “non ci posso credere”, il non voler andare via dal Palazzetto, il ritrovarsi davanti alla Club House e scherzare con miei fratelli e i miei amici tifosi nel creare una finta fila davanti alla biglietteria con Gavino che posta la foto su Facebook scrivendo “ in fila per gara 4”, sono fra i ricordi e sensazioni che non scorderò mai ! 

Mi manca la mia squadra in questo difficile momento. Mi manca tutto. Ma sono certa e fiduciosa che questo periodo così complicato passerà e che potremo ancora trovarci al Palazzetto e gioire e soffrire per la nostra amata Dinamo. 

 

Bruna Contini 

P.s Non posso non elencare altri giocatori che sono rimasti nel mio cuore non solo per il loro talento ma anche e soprattutto per l’affetto che hanno sempre dimostrato per il pubblico e per la nostra città... tra questi Trent Whiting, Vanja Plisnic, Brian Sacchetti, Rok Stipcevic, Scott Bamforth e fra gli attuali il bravissimo Dyshawn Pierre.

 

 

Vuoi raccontare la tua storia biancoblu? Invia il racconto con una foto all’indirizzo mail ufficiostampa@dinamobasket.com, le più belle saranno pubblicate sul nostro sito ufficiale

 

Sassari, 07 aprile 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna