Turismo e Sardegna: l’esempio della Dinamo

Turismo e Sardegna: l’esempio della Dinamo

L’intervento del presidente Stefano Sardara su Club House nella room Turismo e basket tra promozione e sport insieme a Gianluigi Tiddia, Tiziana Tirelli e Raffaele Ferraro

 

Lo stretto legame tra la Dinamo Banco di Sardegna e la Sardegna, in un cammino comune di promozione di una terra unica, che oltre alle bellezze conosciute racchiude un patrimonio di peculiarità archeologiche, culturali, enogastronomiche che hanno fascino e attrattiva dodici mese l’anno. Questa sera, nella Club House room Turismo e basket tra promozione e sport, il presidente Stefano Sardara ha chiacchierato con Tiziana Tirelli, Gianluigi Tiddia e Raffaele Ferraro della Giornata Tipo.

Gianluigi Tiddia e Tiziana Tirelli, fondatori del progetto SardegnAperta insieme a Giovanni Murgia, hanno aperto le danze con un assist sulle potenzialità dello sport come traino per la promozione turistica, tema caro al club di via Roma che come mission ha sposato il naturale ruolo di ambasciatore della sua terra.

 

Tiziana Tirelli è partita da alcuni esempi eccelsi di basket e turismo, come la Spagna che all’ottimo campionato ACB unisce le attività di promozione del turismo o del binomio Luka Doncic-Slovenia che ha promosso una terra meravigliosa contemporaneamente all’ascesa inNba del giovanissimo talento in forze ai Dallas Mavericks.

Stefano Sardara: “Credo che il tema della chiacchierata di oggi abbia già una risposta e risieda nei numeri della Regione, che ha registrato milioni di spettatori in questi anni. Da tempo abbiamo avviato un’attività continua di promozione di tutti gli eventi, lavorando anche sullo scardinare quel falso storico secondo cui la Sardegna sia solo sole e mare, ma portando avanti una campagna che racconta un turismo più ampio, che si fonda sulle peculiarità di questa terra, a partire dal patrimonio archeologico,  dagli eventi culturali e dalle eccellenze enogastronomiche. I numeri di questi quattro anni dicono che c’è una crescita costante e che questo è il cammino giusto”.

 

A fare eco Raffaele Ferraro, fondatore della Giornata Tipo: “Chiaramente è facile visto che la Sardegna si vende da sola _ironizza_, scherzi a parte è riconosciuto che la Dinamo lavori benissimo sul territorio anche dal punto di vista marketing e comunicazione come poche società in Italia. La Spagna è da prendere come modello non solo dal punto di vista tecnico ma anche come vendita del prodotto e del territorio. Penso che l’Italia non abbia nulla di meno della Spagna anzi, sicuramente si può fare qualcosa di più anche a livello più ampio di lega e federazione sposando un progetto comune. È una tematica portante e un traino che lo sport deve utilizzare”.

Gianluigi Tiddia: “Va dato merito al presidente Stefano Sardara che ha fatto diventare la Dinamo la squadra di un’isola intera, e non è stato un percorso automatico”.

“Noi attrattori dei turisti che raccontiamo la Sardegna spesso abbiamo la percezione di raccontare un sogno _spiega il presidente Sardara_, rappresentiamo un modello di vita di cui la gente si innamora: qualche anno fa ci fu il famoso claim l’isola della qualità della vita. Un’immagine che si sposa bene sia per i nostri ritmi di vita, le abitudini, la possibilità di vivere in un paradiso e godere di grandi qualità. Io sono fiducioso nelle nuove generazioni per superare un po’ quella diffidenza che ci caratterizza e a volte ci distrae dall’obiettivo comune.  Il nostro cammino come ambasciatori non nasce oggi: già dal 2011 con l’inizio di questa gestione abbiamo portato in giro per l’Italia le nostre peculiarità, arrivando ai mamuthones a Cantù che incantarono il pubblico del Pianella nel 2013. La verità è che bisogna sapersi coordinare e la chiave è che ci sia un’unica regia. Sappiamo che i nostri testimonial hanno un ruolo importante per farsi promotori di messaggi che possono essere veicolati in maniera efficace anche per i più giovani”.

 

Sassari, 24 febbraio 2021

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna