Sacchetti Brian

#14 Sacchetti Brian

Nato a Moncalieri (ITA)

Nato il 04/05/1986

Nazionalità ITA

Ruolo Ala

Altezza 200 cm

Peso 98 kg



Profilo

[row] [col phone = 12 tablet = 12 desktop = 6 wide = 6][/col] [col phone = 12 tablet = 12 desktop = 6 wide = 6]

Tiro sopraffino di eccellente meccanica, sa farsi rispettare in area, maturato notevolmente anche nell’attitudine difensiva. Si adatta alle diverse soluzioni tattiche con capacità di ritagliarsi spazi e minuti importanti come numero quattro. Uomo squadra, di buona propensione alla lettura delle situazioni di gioco, capace nella scelta delle soluzioni, lucido nel mettere canestri pesanti nei momenti importanti. Sesta stagione in maglia Dinamo, è uno dei grandi protagonisti del triplete biancoblu. Cresciuto nelle giovanili di Varese (dove spesso ha deciso il derby con i pari età di Milano a favore del team biancorosso), approda nel 2003 al Castelletto Ticino - all’epoca allenato da suo padre Meo - dove rimane per tre anni, vincendo per due volte il campionato di serie B d’Eccellenza prima di passare a Ferrara (dal 2006 al 2010). Brian è una delle colonne della squadra e da veterano instilla fiducia nei compagni, mettendoli subito a proprio agio nella realtà isolana. Non ha paura di prendersi le responsabilità e sono celebri i suoi siparietti ironici durante eventi e presentazioni con papà/coach Meo.

Il primo ricordo di Brian, legato al suo rapporto con la palla a spicchi, non può che essere legato a papà Meo, precisamente agli allenamenti al palazzetto di Varese: l’inizio di un amore senza fine. Tra i suoi ricordi top figura il suo “primo giorno di scuola” in maglia Dinamo, era molto emozionato: ama il calore che il pubblico può dare, la spinta positiva e coinvolgente di un palazzetto pieno. Il PalaSerradimigni che canta a squarciagola e batte le mani su Faccia di trudda poi è una ricarica di energia pazzesca. Il suo motto è “You only Live once”, un carpe diem moderno. Ama leggere e nella sua top ten figurano "Altro tiro altro giro altro regalo" di Flavio Tranquillo, "Bravi & Camboni" di Paolo Piras e "Il cuore dei briganti" di Flavio Soriga. Ammira molto Roger Federer e Sacchetti Senior mentre il suo mito è Gandhi, del quale condivide i tre ideali chiave (Amore, verità e non violenza). Il basket gli ha insegnato prima di tutto il fair play e il rispetto dei compagni, del pubblico e degli avversari. Papà di Rebecca, la sua fidanzata Manuela quest’estate è arrivata alla finale di Miss Italia, presentandosi con la fascia di Miss Sardegna 2015.

Carriera

Ha in curriculum due quarti posti agli Europei di basket conquistati in maglia azzurra con l’Under 18 nel 2004 e l’Under 20 nel 2006. Cresciuto nelle giovanili di Varese (dove spesso ha deciso in proprio favore il derby con i pari età di Milano), approda nel 2003 al Castelletto Ticino, all’epoca allenato da suo padre Meo - che oggi e da tre stagioni lo allena in maglia Dinamo -, dove rimane per tre anni, vincendo per due volte il campionato di serie B d’Eccellenza (decisivo in entrambe le stagioni con 7.7 punti di media) prima di passare a Ferrara dove rimane dal 2006 al 2010. Con la maglia estense conquista la promozione diretta in Serie A vincendo il campionato proprio davanti alla Dinamo (esordio in A a Teramo con 15’ in campo e 2 punti realizzati). Lascia la Carife quattro anni fa al termine di una sfortunata stagione, culminata con la retrocessione in Legadue. Arriva a Sassari e in maglia Dinamo conferma la sua fama da combattente hard rock, tiratore dalla mano educata, ala che sa farsi rispettare in area, si adatta alle diverse soluzioni tattiche con profitto ed è fondamentale nell'economia del roster di coach Sacchetti.

2003-2004 Castelletto Ticino (B d'Eccellenza): 68.8% da due, 35.3% da tre, 73.3% ai liberi, 0.7 rimbalzi di media a partita

2004-2005 Castelletto Ticino (B d'Eccellenza): 61.4% da due, 33.3% da tre, 85.5% ai liberi, 2.6 rimbalzi di media a partita

2005-2006 Castelletto Ticino (Legadue): 53,5% da due, 31.6% da tre, 75.0% ai liberi, 2.4 rimbalzi di media a partita

2006-2007 Ferrara (Legadue): 49.0% da due, 35.2% da tre, 79.7% ai liberi, 2.6 rimbalzi di media a partita

2007-2008 Ferrara (Legadue): 54.8% da due, 36.0% da tre, 87.0% ai liberi, 2.5 rimbalzi di media a partita

2008-2009 Ferrara (Lega A): 62.5% da due, 33.3% da tre, 78.1% ai liberi, 1.7 rimbalzi di media a partita

2009-2010 Ferrara (Lega A): 60.7% da due, 38.8% da tre, 85.7% ai liberi, 2.0 rimbalzi di media a partita

2010-2011 Dinamo Sassari (Lega A): 56.0% da due, 38.2% da tre, 80.0% ai liberi, 2.0 rimbalzi di media a partita in campionato; 40.0% da due, 50.0% da tre, 50.0% ai liberi, 0.4 rimbalzi di media a partita nei playoff

2011-2012 Dinamo Sassari (Lega A): 50.0% da due, 36.1% da tre, 83.9% ai liberi, 2.3 rimbalzi di media a partita in campionato; 42.9% da due, 17.7% da tre, 100.0% ai liberi, 0.3 rimbalzi di media a partita nei playoff

2012-2013 Dinamo Sassari (Lega A): 54.9% da due, 39.6% da tre, 76.3 % ai liberi, 1.8 rimbalzi di media a partita in campionato; 87.5% da due , 45.5% da tre, 72.2% ai liberi, 0.7 rimbalzi di media a partita nei playoff

2013-2014 Dinamo Sassari (Lega A): 61.7% da due, 37.3% da tre, 100.0% ai liberi, 1.4 rimbalzi di media a partita in campionato; 60% da due , 38.5% da tre , 85.7% ai liberi, 0.5 rimbalzi di media a partita nei playoff

2014-2015 Dinamo Sassari (Lega A): 50.0% da due, 33.3% da tre, 100.0% ai liberi, 3.3 rimbalzi di media a partita

[/col][/row]


Galleria