Thomas Omar Abdul

#33 Thomas Omar Abdul

Nato a Philadeplhia (USA)

Nato il 25/02/1982

Nazionalità USA

Ruolo Ala

Altezza 195 cm

Peso 105 kg



Profilo

Nato a Philadelphia il 25 febbraio 1982, 195 centimetri per 105 chilogrammi, è stato grande protagonista dell'ultimo campionato russo con la maglia del Krasnye Kryl'ja Samara e già ammirato in Italia con le maglie di Rimini, Rieti, Brindisi (Mvp in Legadue) e Avellino (Mvp in Lega A). Tutto quello che c'è è non c'è nelle statistiche è riconducibile a Omar Thomas, classico "all around" capace di esaltarsi in campo aperto, abile a sfruttare la sua forza fisica spalle a canestro e la sua abilità nell'andare a rimbalzo. L'ex giocatore di Avellino ha veramente un vastissimo campionario di soluzioni nel suo repertorio, non è un tiratore puro ma è molto migliorato nel palleggio arresto e tiro, lotta come un leone e tocca tutti i palloni. OT è un grande difensore, giocatore che mette pressione all'avversario e non lo fa mai giocare tranquillo, fisico, aggressivo, sempre pronto ad entrare nel cuore del match. Le sue valutazioni sono impressionanti. Nasce naturalmente come ala piccola ma è in grado di ricoprire in modo eccellente anche il ruolo di ala forte.

La carriera

Tempra il suo carattere a Philadelphia, muove i primi passi sul parquet fra la high school alla Strawberry Mansion e il Panola Junior College in Texas. Quindi si trasferisce alla University of Texas El Paso dove si consacra come ottimo prospetto da college. Dopo un provino ai Seattle in Nba veste la maglia degli Austin Toros nella lega di sviluppo Nbdl, quindi due passaggi fra la Repubblica Dominicana (Club Naco) e Filippine (Coca-Cola Tigers), ultime mete prima dello sbarco in Europa. È la Coopsette Rimini di coach Giampiero Ticchi a contattarlo: OT convince tutti e vive una grande annata replicata poi in quella successiva. Nell'estate 2008 trova l'accordo con l'ambizioso Pau-Orthez ma nella stessa stagione torna in Italia alla Nsb Rieti in Lega A. Nel 2009 è ancora Legadue con l'Enel Brindisi: la società conquista la promozione diretta, lui è Mvp. Nel 2010 arriva il passaggio ad Avellino: quarto posto a fine regular season e Mvp. Nel 2011, dopo il nullaosta della Fiba in seguito alla questione passaporto, Thomas si accasa alla Stella Rossa Belgrado, l'anno scorso firma per l'ambizioso Samara (visto in pre season al PalaSerradimigni) con cui vince una coppa di Russia e l'Eurochallenge.

L'uomo

Nella storia e nella vita di Omar Thomas sono accaduta tantissime cose che nel bene e nel male hanno contribuito a temprare il suo carattere e ad indirizzare la sua crescita. Quando aveva 9 anni suo padre e i suoi due fratelli hanno avuto problemi con la legge, il basket è stata per OT una salvezza mentre la strada lo ha fatto diventare grande in fretta. È stato ribattezzato Black Jesus anche se le vecchie treccine con folta capigliatura oggi hanno lasciato spazio ai capelli corti da bravo ragazzo. È sposato con Annie e ha una bellissima bambina, Amira. Ha studiato Comunicazione al college , adora parlare al telefono e giocare alla Wii. Ama l'Italia e la sua qualità di vita, in un match allo Junior College ha segnato 70 punti, Eddie Murphy è il suo attore preferito e in futuro vorrebbe lavorare come coach in una Università degli States. Gli piacerebbe conoscere un presidente Usa, non ama i social network e...vorrebbe aprire dei ristoranti di cucina italiana in America.


Galleria