“Un orgoglio essere il capitano della Dinamo Femminile”

“Un orgoglio essere il capitano della Dinamo Femminile”

Cinzia Arioli, capitano della Dinamo femminile, in diretta su Dinamo Tv

Questa mattina, nel corso di Buongiorno Dinamo, è intervenuta Cinzia Arioli, da ieri ufficialmente giocatrice e soprattutto capitano della Dinamo Femminile. Cinzia, classe 1984, lombarda di origini ma ormai isolana di adozione, ha un lungo curriculum tra serie A1 e A2: è la pretoriana di coach Antonello Restivo, che lo scorso anno ha allenato Cinzia e il gruppo che ritroverà a Sassari.

La scelta di Sassari è stata naturale: “Sicuramente quando si è presentata l’occasione era impossibile dire di no. La Dinamo è una società vincente del panorama nazionale ed europeo, ho avuto il piacere di seguirla per tanto tempo da tifosa e avere l’occasione di vestire questa maglia ed essere il capitano per me è motivo di grande orgoglio. Voglio ringraziare il presidente Stefano Sardara e la società che mi ha dato questa grande opportunità”.

A Sassari Cinzia ritrova le sue compagne di Selargius, un gruppo solido che ha fame e voglia di riscatto: “Siamo una squadra nuova per il campionato ma partiamo da un gruppo che si conosce già. Ci siamo trovate molto bene lo scorso anno a Selargius, dimostrando grande coesione soprattutto nei momenti di difficoltà. Credo che questo sia il primo grande passo, partendo da un gruppo che sa già lavorare insieme con l’allenatore in un clima di rispetto e fiducia. Sappiamo che ogni partita sarà una battaglia, noi ce la metteremo tutta. Vogliamo essere una sorpresa e speriamo di esserlo per il campionato e per la città di Sassari, che è una piazza che vive di pallacanestro”.

Il capitano della Dinamo femminile ha vissuto in maniera particolare lo stop forzato per l’emergenza Coronavirus: “è stato un momento molto particolare perché, anche per l’età e per come sono andate tante cose c’è stato un po’ di sconforto ho anche pensato che fosse il momento di appendere le scarpe al chiodo _ha raccontato ai microfoni di Dinamo Tv_. Ma la passione è tanta e l’occasione era irrinunciabile, unita alla voglia di riscatto. Quindi appena si è presentata l’opportunità di vivere in questa società con questo gruppo quella fiammella di passione che si era un po’ affievolita si è immediatamente riaccesa e non vedo l’ora di iniziare”.

Cinzia conosce bene il campionato, che ufficialmente partirà il prossimo 4 ottobre: “La serie A femminile da qualche anno è divisa in due, ci sono 4-5 squadre un po’ fuori portata che fanno campionato a se - come Schio, Venezia e Ragusa - ma con le altre si può lottare, e noi cercheremo di impensierire tutte. Sicuramente dovremo prestare tanta attenzione a tutte le sfidanti, è un campionato difficile e imprevedibile soprattutto dopo il lockdown e la scomparsa di alcune piazze, movimenti che hanno dato vita a un mercato particolare. Sicuramente vogliamo cercare di dare del filo da torcere a tutti”.

Sassari, 07 agosto 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna