Dinamo Legends: stasera l’intervista a Bootsy Thornton

Dinamo Legends: stasera l’intervista a Bootsy Thornton

Alle 21:30 intervista esclusiva al Professor Bootsy su Dinamo Tv

Un solo anno in maglia Dinamo Banco di Sardegna, da veterano, come giocatore più esperto sul campo e dal palmares stellato: Bootsy Thornton è un giocatore che è rimasto nel cuore del popolo biancoblu e degli addetti ai lavori. Un professionista come ne esistono pochi, un grande lavoratore e un perfezionista. Nello stilare l’elenco delle 10 Dinamo Legends della storia recente del Banco non poteva mancare il giocatore originario di Baltimora, una pedina considerata fondamentale per il cammino che ha portato la Dinamo nelle principali ribalte nazionali ed europee.

In esclusiva su Dinamo Tv il Professor Thornton racconta la sua esperienza in maglia Dinamo, tra ricordi, amarcord e un occhio proiettato verso il futuro. Un’intervista esclusiva a uno dei giocatori più riservati della storia del basket nostrano ma allo stesso tempo dotato di profonda intelligenza, lucidità di analisi e grande concretezza.

Bootsy Thornton. Pochi sorrisi, tanta disciplina, una meticolosa cura del corpo e dell’alimentazione, una conoscenza del gioco sopraffina: Bootsy arrivò in Sardegna dopo aver vinto tutto in Italia, dove ha vestito la maglia della Mens Sana per 4 stagioni non consecutive, in Turchia, con l’Efes, e in Spagna, a Barcellona e Girona. Nonostante avesse già vinto tutto il giocatore classe 1977 arrivò a Sassari con quella voglia di vincere che caratterizza i veri professionisti.  Della stagione in Dinamo restano impresse le sue lacrime al termine della sanguinosa gara 7 contro la Pallacanestro Cantù, che aveva decretato l’eliminazione del Banco dalla corsa playoff. Un epilogo amaro di una stagione straordinaria che, alla vigilia della vittoria della prima Coppa Italia e di un sogno allora impensabile chiamato Triplete, aveva fatto credere per la prima volta che Sassari e la Dinamo potevano davvero scrivere la storia. Come la coreografia realizzata dalla tifoseria che rappresentava una versione biancoblu della creazione di Adamo, con coach Sacchetti e i suoi ragazzi ad ammiccare allo scudetto tricolore. Profezia autoavverante, dicono. Al termine della serie ai quarti di finale proprio lui, Bootsy Thornton, veterano dal lungo curriculum e palmares stellato, giocatore imperscrutabile sempre misurato nelle reazioni, si era sciolto in un lungo pianto di delusione. Quelle lacrime e quello sfogo avevano trovato conforto nell’abbraccio del presidente Sardara. L’immagine di quell’abbraccio è appeso in Club House, nel cuore del quartier generale biancoblu, a ricordare che ci sono uomini destinati a restare legati per sempre a questa maglia. Anche senza aver vinto nessun trofeo, senza bisogno di grande clamore. Ci sono uomini che semplicemente guadagnano sul campo un posto speciale nella memoria del club: perché sul parquet hanno dato tutto, andando oltre qualsiasi limite.

 

Appuntamento questa sera alle 21:30 su Dinamo Tv: non perdete l’intervista al Professor Thornton!

Sassari, 07 aprile 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna