A Marco Spissu il Premio Reverberi

A Marco Spissu il Premio Reverberi

Oggi la cerimonia di consegna degli Oscar del basket: al play sassarese, impegnato con la Nazionale, il premio come miglior giocatore della stagione 2018-2019

Quella di oggi è una giornata destinata a restare a lungo nella memoria di Marco Spissu, impegnato nel primo raduno in maglia azzurra a Napoli, ma non solo: questo pomeriggio a Montecavolo, nella sede dei Magazzini Generali delle Tagliate di via Togliatti, frazione del comune di Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia, si è tenuta la cerimonia di consegna dei Premi Reverberi della stagione 2018-2019. Il play sassarese è stato premiato come miglior giocatore della passata stagione, un riconoscimento che riempie di orgoglio il club e tutto il popolo biancoblu. A ritirare il premio al posto di Marco, impegnato appunto a Napoli sotto gli ordini del ct Meo Sacchetti, Maurizio Bezzecchi, press officer della Legabasket in rappresentanza della LBA.

“Sono davvero onorato di ricevere questo premio _ ha detto Marco Spissu nel video saluto proiettato durante la cerimonia_ come sapete oggi è una giornata speciale per me e mi dispiace non poter essere presente. Se guardo ai nomi di chi ha ricevuto il Premio Reverberi come miglior giocatore, uno tra tutti il mio allenatore Gianmarco Pozzecco, mi vengono i brividi. Entrare a far parte di un elenco così speciale mi riempie di orgoglio ed è benzina per fare ancora meglio in questa stagione. Grazie a tutti”.

Premio Reverberi. Giunto alla sua 34esima edizione il Premio Reverberi-Oscar del Basket
può a tutti gli effetti considerarsi la più importante manifestazione
in ambito cestistico a livello nazionale.
Istituita nel 1985 in onore e ricordo del grande arbitro reggiano
Pietro Reverberi, inserito nella Hall of Fame del basket mondiale come
uno dei migliori arbitri di tutti i tempi, la manifestazione si è rinnovata
negli anni diventando un punto di riferimento per atleti,
dirigenti, arbitri e semplici appassionati della palla a spicchi: un
momento importante per una rivisitazione della storia del basket, dei
suoi personaggi, dei suoi miti e di quei valori umani che da sempre il
basket riesce a trasmettere ai suoi tifosi. La Dinamo Banco di Sardegna aveva già ricevuto il premio nel 2016, dopo il triplete della stagione 2014-2015: insignito del premio speciale anche il main sponsor biancoblu come il più longevo del panorama cestistico italiano.

Tra gli altri premiati nella 34° edizione Elisa Penna, migliore giocatrice italiana, coach Antimo Martino, come miglior allenatore e Maurizio Biggi, miglior arbitro.

Sassari, 17 febbraio 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna