"I ragazzi stanno dimostrando che il sogno è realizzabile"

"I ragazzi stanno dimostrando che il sogno è realizzabile"

Le parole di coach Sacchetti, coach Pozzecco e Lorenzo Bucarelli nella conferenza stampa post partita

Coach Meo Sacchetti: “Sicuramente abbiamo fatto una buona partita ma contro la Sassari di questo momento non basta, abbiamo patito molto la loro fisicità e tanti falli fischiati poi nel finale la loro intensità è cresciuta e hanno avuto la meglio. Spero nelle prossime gare di avere più giocatori a disposizione”. 

Coach Gianmarco Pozzecco: “Prima della partita non stavo bene e immaginavo fosse una partita complicata, complimenti a Cremona che ci ha messo in difficoltà con un match intenso, spesso in vantaggio ma poi ha dovuto fare i conti con il carattere dei miei ragazzi. Sono riusciti ad andare oltre la fatica: la fotografia della partita è la bomba di Vitali susseguita dai crampi. Sono ragazzi splendidi, hanno grande senso di appartenenza e la chiave è che vivono bene qui in Sardegna. Il pubblico ad un certo punto ci ha dato una mano enorme ed è per questo che vogliamo dedicare questa partita a tutti i tifosi, desideravamo ardentemente fare un regalo a loro per chiudere quest’anno al meglio. Bucarelli in questa partita è stato l’uomo chiave in difesa, non scopriamo oggi le sue qualità ed è un valore aggiunto. Si chiude un anno con numeri straordinari, il bilancio non può che essere più che positivo e domani a mezzanotte saremo tutti felici, faremo sicuramente un brindisi a quest’annata ma immediatamente dopo penseremo a rimanere su questi livelli, non è facile ma questi ragazzi dimostrano che questo sogno è realizzabile. E' difficile identificare l'emozione più bella del 2019, sicuramente l'abbraccio dei miei ragazzi a Treviso dopo il tecnico è una di queste, mi godo le piccole cose e le gioie di ogni giorno che sono tante-”. 

Lorenzo Bucarelli: “Credo fosse importante chiudere l’anno con una vittoria per avere la spinta e continuare il lavoro iniziato ad agosto. La cosa più importante è siamo positivi, riusciamo a imporre la nostra pallacanestro e difficilmente ci facciamo condizionare da quello che succede intorno, questa è la nostra forza. La difesa l’abbiamo costruita pian piano, non la scopriamo oggi ma sappiamo che è una nostra arma e i numeri lo confermano. Son contento che il mio minutaggio stia crescendo e che i miei compagni abbiano sempre più fiducia in me, conosco il mio ruolo e sono sempre pronto a dare il massimo anche nel poco tempo che calco il parquet. Sono onorato che il coach mi abbia definito MVP del match ma onestamente ho davanti a me fenomeni come Evans e credo che il 42 di valutazione di Wayne parli da solo. Sono molto contento dei due anni a Cagliari che mi hanno permesso di crescere e arrivare fin qui: sono arrivato che ero un ragazzo e sono andato via da reale giocatore di Legadue”.

 

Sassari, 30 dicembre 2019
Ufficio Comunicazione
Dinamo Banco di Sardegna