I numeri di Milano-Dinamo

I numeri di Milano-Dinamo

Tutte le cifre dell’impresa dei giganti che hanno espugnato il Mediolanum Forum

Una vittoria che vale molto più dei due punti conquistati: ieri sera gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco hanno espugnato il Mediolanum Forum battendo l’Olimpia Milano nella sfida della 10° giornata di ritorno. Una vittoria corale dal grande valore firmata da un Banco di Sardegna avanti fin dalla prima frazione che sul parquet di Assago ha lottato con le unghie e con i denti, senza perdersi d’animo anche quando le scarpette rosse si sono riportate a contatto.

Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco hanno aperto le danze con un mini break, chiudendo in vantaggio fin dalla prima frazione (20-26). Nel secondo quarto i giganti hanno costruito il vantaggio con pazienza e costanza, trascinati da un Jack Cooley a quota 17 punti già dopo i primi 20’. Dopo aver chiuso il primo tempo in controllo 39-47, nel terzo quarto il Banco ha scritto il vantaggio in doppia cifra: reazione lombarda con il tentativo di rimonta che ha riportato l’Armani a un possesso di distanza, grazie allo 6-0 a cronometro fermo dell’ex Brooks. La reazione del Banco però non si è fatta attendere, accesa con due azioni di Stefano Gentile che prima ha rubato palla servendo Spissu per il contropiede poi ha punito dall’arco in chiusura di terzo quarto (59-66). Nell’ultima frazione Polonara, Cooley, Smith e Thomas hanno trascinano la Dinamo, mettendo la vittoria in cassaforte. Il Banco è la seconda squadra in tutta la regular season LBA ad aver espugnato il campo dell’Olimpia: una vittoria, la sesta consecutiva in campionato degli uomini di coach Pozzecco, dai tanti significati, con i giganti che hanno sfatato il tabù Milano, battuta sul campo meneghino l’ultima volta in semifinale scudetto nel 2015.

Numeri giganti. Il centro Jack Cooley ha scritto un nuovo high stagionale mettendo a referto una doppia doppia -l’ottava della stagione- da 27 punti e 11 rimbalzi, condita da 7 falli subiti, 11/17 al tiro: record anche gli 11 tiri realizzati in una singola gara e il totale 38 di valutazione. Doppia cifra anche per Achille Polonara, autore di una solida prestazione su entrambe le metà campo: PolonAir ha scritto 14 punti con 4/5 da due e 7 rimbalzi. 13 punti a testa per Jaime Smith, bravo a gestire la squadra nei momenti topici con 5 assist, 3 rimbalzi e due bombe nel momento più importante, e Rashawn Thomas, protagonista nel primo tempo che ha aggiunto 6 rimbalzi al suo tabellino. Bene Dyshawn Pierre (9 pt, 4 rb) e Tyrus McGee (6 pt, 4 as). Menzione speciale per la compagine italiana che ormai si sta confermando motore importante del Banco: Stefano Gentile ha portato in campo la sua proverbiale cazzimma trascinando i giganti in chiusura di terzo quarto con due azioni che hanno acceso l’ultima volata per chiudere il match. Grande maturità per Marco Spissu, a referto con 6 punti e 2 palle recuperate ma soprattutto tanto lavoro sporco. Un dato interessante riguarda il minutaggio: nessun giocatore è stato in campo più di 27 minuti (Cooley, Polonara, Smith e Pierre), 22’ a testa per Spissu e Thomas, 21’ per Gentile e 19’ di McGee. Dati che raccontano una intelligente rotazione dei giganti, con un grande apporto da parte di tutti.

 

Sassari, 08 aprile 2019

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna