It's gameday: alle 19 Dinamo-Napoli

It's gameday: alle 19 Dinamo-Napoli

Al PalaSerradimigni la sfida della nona giornata LBA: debutto in panchina per coach Bucchi

Ci siamo: al termine di una settimana ricca di cambiamenti, con l’arrivo in panchina di coach Piero Bucchi e il ritorno di Filip Kruslin a Sassari, la Dinamo Banco di Sardegna è pronta a tornare sul campo. Questa sera, palla a due alle 19, i giganti ospiteranno la Gevi Napoli di coach Pino Sacripanti: una sfida fondamentale nel giorno del debutto di coach Bucchi, nell’ultima sfida prima della sosta del campionato. Il Banco ritorna nelle mura amiche dopo quattro sconfitte consecutive in campionato ed è chiamato a una netta inversione di rotta: Napoli d’altro canto è un cliente scomodo che ha dimostrato in questo avvio di stagione di avere talento e solidità per disputare un ottimo campionato. Settimo posto in classifica, quattro vittorie, tre nelle ultime quattro, lo scalpo dei campioni d’Italia e una condizione in crescita fanno di Napoli un’avversaria pericolosissima per la Dinamo, che avrà in panchina quel Piero Bucchi che ha scritto bellissime pagine di storia della società partenopea.

“Incontriamo Napoli che è una buona squadra con una società che in questi anni ha fatto un ottimo lavoro e grandi passi _ha analizzato coach Bucchi all’antivigilia del match_. È una squadra solida, compatta e noi dovremo essere bravi a trovare subito una nostra identità perchè contro queste squadre così quadrate è importante rispondere con altrettanta solidità. Dovremo cercare di limitare il loro talento, difendendo non solo individualmente ma anche di squadra sul loro pick and roll e sulle varie soluzioni di uscite”.

La parola ancora una volta spetta al campo ma l’auspicio è che la reazione sia netta e che tutti diano il loro contributo per scrivere insieme la prima pagina del nuovo corso biancoblu.  Forza giganti!

Napoli. Napoli è il quarto attacco del campionato con 84 punti di media, ha giocatori di grandissimo talento offensivo, uno su tutti Jeremy Pargo, 18 punti con 5/8 da tre all’esordio, combo guard di spessore internazionale arrivato per sostituire Josh Mayo, ritornato negli Usa per problemi familiari, e fiore all’occhiello dello sforzo della società del presidente Grassi di allestire un roster sempre più competitivo. In appoggio c’è la classe del trentaseienne Jason Rich -24 punti con 6/7 dall’arco a Pesaro- che Napoli ha avuto la forza di aspettare dopo un inizio molto difficile. Lui è l’altro punteros della Gevi, che è pericolosissima in transizione. Ma la squadra di Sacripanti ha una fortissima anima italiana che arriva dalla promozione e che sta facendo la differenza a livello di solidità, impatto dalla panchina e qualità sul campo. Pensiamo ad Andrea Zerini, che ha scritto 8.5 punti 5.5 rimbalzi nelle ultime due uscite, e dopo l’infortunio di Frank Elegar (out 6-8 mesi e non ancora rimpiazzato) sta sfornando prestazioni di alto livello; all’atletismo di Eric Lombardi, la difesa e l’energia di Lorenzo Uglietti, la capacità di vedere il canestro di Pierpaolo Marini, senza dimenticare forse il giocatore più in forma di Napoli, anche lui artefice del salto in A1, ovvero Jordan Parks (18.3 punti di media nelle ultime 3 con il 45% dai 6.75), pazzesco per equilibrio, dinamicità e sostanza, vero collante di squadra.

Napoli non molla mai, ha affrontato a testa altissima Milano e Bologna, battendo la Virtus meritatamente e ha trovato una chimica di squadra già chiara nonostante gli infortuni, gli addii e le difficoltà. In questo è cresciuto molto il playmaker classe 99 lituano Arnas Velicka, seguito anche dalla NBA dopo la Summer League con Boston: taglia, capacità di vedere il gioco e personalità non comune per un ventiduenne ne fanno un giocatore non ancora completo ma in grande crescita. Chiude il roster una delle scommesse vinte da Napoli, l’anno scorso dominante in A2 con Piacenza, ovvero l’ala Markis McDuffie, leggero ma esplosivo, razzente, con grande talento offensivo e capacità di giocare 1vs1 anche senza la palla: lui è la variabile in più per Sacripanti, a cui piace anche mischiare quintetti con assetti diversi in base agli avversari.

 

Biglietteria. È ancora possibile acquistare valido per la sfida di questa sera: la biglietteria dello Store, in via Nenni 2/22, è aperta oggi dalle 10:30 alle 13 e dalle 16:30 fino all’inizio del match.

 

Sassari, 21 novembre 2021

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna