Salta al contenuto principale
CHARALAMPOPOULOS VS CREMONA
04 Feb 2024

La Dinamo viene a capo di una partita durissima, di un'autentica battaglia senza esclusione di colpi e batte Cremona 86-80 dopo aver sudato per scrollarsi di dosso la Vanoli, rientrata quattro volte nel match. La squadra di Markovic dà tutto, Charalampopoulos e Jefferson sono autentici trascinatori, nell'ultimo quarto lo sprint parte da Cappelletti, il Banco arriva anche a +11 sul 81-70 ma non riesce a ribaltare la differenza canestri dell'andata per la bravura dei lombardi, che segnano cinque canestri allo scadere dei 24". Sassari si lascia alle spalle una partita di grande pressione e prende meritatamente i due punti.  

DINAMO BDS – VANOLI CREMONA 86-80 (17-15 / 39-32 / 59-58)

LE STATS DEL MATCH

https://www.legabasket.it/game/24224/banco-di-sardegna-sassari-vanoli-basket-cremona/tabellini

MVP Charalampopoulos segna 24 punti con 4/5 da 2 punti 5/8 da 3 punti, 5 assist e 31 di valutazione. Benissimo anche Jefferson micidiale nel 2° tempo

CHIAVI DEL MATCH la capacità della Dinamo di respingere ogni assalto di Cremona, la qualità dell'attacco alla zona del Banco

STATS

PREVIEW: Sassari che deve assolutamente vincere, Cremona vuole rientrare tra le prime otto e lasciarsi alle spalle la beffa nel derby con Varese. 100 partite in A per Pecchia, debutto in casa per Markovic, Dinamo 19-10 negli scontri diretti ma sconfitta nel 2018-2019 al debutto in LBA di Pozzecco dopo le Final Eight di Firenze.

QUINTETTI

Markovic conferma almeno in partenza il solito quintetto con Jefferson e Tyree sul perimetro, Kruslin è l’ala piccola specialista, Charalampopoulos da ala forte con Gombauld come centro. Cavina va con Zegarowski da playmaker, McCullogh e Pecchia (che giocherà anche playmaker) sul perimetro, Adrian e Golden nel pitturato. Denegri e Lacey dalla panchina. 

IL GRECO SORPASSA CREMONA

Cremona è molto aggressiva e va subito a zone – press con rientro a zona, la Dinamo sente il peso della posta in palio e fatica a trovare le chiavi giuste. Pecchia è un fattore, Charalampopoulos nettamente il migliore in avvio, la Vanoli va 6-11 e 10-13 con l’ex Cantù determinante. Markovic rimette nelle rotazioni Treier da ala piccola. La Dinamo tira male da 3 punti ma è viva a livello di energia, Diop firma il primo vantaggio. Il Banco difende e mette in difficoltà gli esterni di Cremona, il greco è indemoniato e domina il quarto (10 punti 4/5 3 punti 1 stoppata, 14 di valutazione). Eboua sulla sirena riduce le distanze (17-15).

DIFESA & TREIER

Sassari difende e riesce ad essere molto aggressiva sul perimetro, Treier ha impatto sul match sia ala piccola che da ala forte (con Chara in panchina), McKinnie esce dalle rotazioni. Il Banco ha forte identità e fisicità, non concretizza tutte le occasioni ma è assolutamente solida, Cremona non segna da fuori (26-15). Adrian sfrutta il post basso per sboccare i lombardi, primo momento difficile per la Dinamo dopo l’avvio Vanoli, Markovic ferma tutto subito (26-19). 

Cremona però è squadra vera, continua ad essere aggressiva con la zona, Golden ha mani buonissime, Lacey che aveva sbagliato i primi tre tiri, trascina i suoi alla rimonta, la squadra di Cavina rientra 28-26. La Dinamo reagisce con impeto, Chara è fondamentale, una sua tripla rigira l’inerzia, la fiammata di Jefferson in transizione esalta il Banco che vola 39-26. Quando Sassari sembra sul punto di breakkare in maniera importante Cremona nel primo tempo, in un minuto Denegri riavvicina i suoi con due siluri da 3 punti, il secondo sulla sirena (39-32)

LACEY PAZZESCO, LA DINAMO RESISTE

È un’autentica battaglia anche ad inizio terzo quarto, Cremona è tosta e non molla un centimetro, Jefferson si fa trovare pronto anche da tiratore, bellissima partita, Denegri è micidiale, la Dinamo condivide la palla e gioca bene ma la Vanoli fa sempre canestro da fuori, anche con Zanotti. (47-43). Chara e Jefferson sono i due go to guy in attacco, il Banco ritorna a +9 prima della tripla fortunosa di Adrian che rigira ancora una volta l’inerzia. Da una palla strappata di Jefferson ne esce un antisportivo di Gombauld, Lacey rimette tutto quasi pari (52-50). Ogni volta che Sassari prova a scappare con eccellenti parziali, la Vanoli ha mille vite e rientra con grande qualità e caparbietà. La squadra di Markovic arriva 57-50 ma si vede mangiato tutto il vantaggio dalle giocate di McCullogh e Lacey, 6 punti di fila e time out Dinamo. Lacey è pazzesco e sigla il sorpasso prima della pezza di Tyree sulla sirena (59-58). 

LA DINAMO SE LA GUADAGNA TUTTA

Markovic cambia Tyree in difficoltà, Cappelletti è preziosissimo perché segna due canestri fondamentali, Krule si incolla faccia a faccia a Lacey che è un demonio, la tripla di Chara costringe Cavina a chiamare time out, parziale 10-2 del Banco. (71-63). Cremona è tostissima, Lacey non sbaglia un colpo, Pecchia segna ancora allo scadere dei 24 secondi ma la Diamo risponde con orgoglio. Chara spacca il quarto, Jefferson da killer, il Banco vola 81-70 e costringe l’ex coach di Sassari al time out. Quinto canestro allo scadere dei 24 per Cremona che risorge nuovamente, Adrian dalla lunetta riavvicina i lombardi (81-75). Diop è glaciale dalla lunetta, la Vanoli spreca un’occasione per riaprirla tutta, Jefferson la chiude ma McCullogh salva la differenza canestri. Finisce 85-80 con Sassari che conquista una vittoria molto importante per la classifica.

 

Sassari, 4 febbraio 2024

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna

Media