Alle 20:45 Dinamo-Brescia

Alle 20:45 Dinamo-Brescia

Al PalaSerradimigni il posticipo della 5° giornata di regular season del campionato LBA

La Dinamo Banco di Sardegna è pronta al prossimo impegno casalingo: dopo un tour de force di quattordici giorni tra Europa e campionato gli uomini di coach Demis Cavina ritornano nelle mura amiche. Ad attendere i giganti per la sfida della 5° giornata di campionato la Pallacanestro Brescia di coach Alessandro Magro, reduce dal primo successo in campionato ottenuto su Napoli.

Brescia è una società ambiziosa che ha costruito una squadra solida, vuole ambire al quarto posto, il primo dopo le grandi e che fa gola a tante squadre _ha commentato coach Demis Cavina all’antivigilia della sfida_. Hanno un progetto nuovo che chiaramente ha bisogno di crescere ma possono ruotare undici giocatori. È una squadra atletica che ha già precisi punti di riferimento in attacco. Ci prepariamo a una partita che si annuncia tosta, dovremo essere bravi come a Treviso ad avere il giusto approccio in difesa: Brescia è un tipo di squadra che, avendo precisi punti di riferimento offensivi e una panchina profonda, stressa la difesa”.

Brescia. La Pallacanestro Brescia ha vinto la sua prima partita in campionato domenica scorsa in casa con Napoli segnando 98 punti, ma ha roster, talento, esperienza per giocarsi fino alla fine un posto nei playoff. Coach Alessandro Magro, dopo essere stato vice tanti anni a Siena e maturato esperienze in Polonia, è al debutto come capo allenatore in A1. La squadra ha delle punte chiave a cominciare dal playmaker Nazareth Mitrou-Long, canadese con passaporto greco uscito da Iowa State, sempre a cavallo tra Nba e G-League, giocatore offensivamente pazzesco che si sa mettere in proprio, che può innescare i compagni, il classico go to guy che può fare la differenza anche dal punto di vista fisico. Sul perimetro Brescia può contare sull’atletismo di un cavallo di ritorno (2016-2018) come Lee Moore che il coach conosce benissimo avendolo allenato anche in Polonia e sulla tecnica e il talento di Amedeo Della Valle, faro pluriennale del progetto di Brescia. La Leonessa ha due giocatori che fungono da assoluti equilibratori, chiavi nel mantenere l’assetto di squadra, David Moss, 38enne bandiera e specialista per eccellenza alla settima stagione a Brescia, a cui è stato affiancato un giocatore davvero interessante come John Petrucelli, newyorkese ex Ulm, grande difensore, tiratore da 3 punti, giocatore che può essere una delle chiavi di volta del team bresciano. Occhio nel ruolo di ala forte all’esperienza e alla versatilità di Kenny Gabriel, giocatore che ha maturato stagioni importanti anche ad alto livello (Pinar, Panathinaikos, Kuban, Ankara e lo scorso anno al Mornar Bar), mentre sotto canestro non è ancora al massimo Michael Cobbins, che sta faticando dopo aver dominato in Israele, Magro punta molto anche sulla conoscenza del campionato italiano di Christian Burns, centro duro, solido, atletico che può anche fare canestro da 3 punti. Brescia ha voluto fortemente l’ex Pesaro Paul Eboua, che però fino a questo momento non ha ancora avuto l’impatto sperato, cosa che invece ha Tommaso Laquintana partendo dalla panchina e dando sempre energia e cambio di ritmo alla squadra.

Brescia ha tanti punti nelle mani, sarà fondamentale la difesa sul perimetro e nell’uno contro uno con giocatori come Mitrou-Long e Della Valle, bello il duello tra Gabriel e Bendzius, mentre Mekowulu può essere un fattore contro Cobbins. Occhio a Petrucelli su Logan in staffetta con Moss e all’energia di Moore, che può sempre sparigliare le carte

Sassari, 24 ottobre 2021

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna