La sfidante del Game 5: Juventus Utena

La sfidante del Game 5: Juventus Utena

L’analisi del club lituano avversario del Game 5 di Basketball Champions League

I giganti sono arrivati ieri in Lituania dove domani, palla a due alle 18 ora italiana (le 19 a Utena), affronteranno la Juventus nel Game 5 della regular season di Basketball Champions League. La squadra lituana ha ottenuto la qualificazione imponendosi nei Qualification Round sulla formazione bulgara del Lukoil Academic. Dopo un avvio con due sconfitte, contro Monaco e Pinar, la Juventus ha conquistato il primo match in casa contro l’Hapoel Holon imponendosi di misura (71-69) grazie alla giocata del centro americano LaRon Dendy. Nel Game 4 della scorsa settimana gli uomini di coach Zydrunas Urbonas, arrivato in panchina al posto di Gediminas Petrauskas, hanno perso in trasferta contro i russi del Krasnoyarsk dopo aver dominato l’intera partita incassando però il break finale che ha permesso ai padroni di casa di vincere 85-81.

Juventus-Lksk Utenos.  Il club è stato fondato nel 1999 e disputa il campionato lituano. In un percorso di crescita la società ha iniziato a raccogliere i primi risultati conquistando, nella stagione 2010-11, la Challenge Cup della Baltic Basketball League, la Lega Baltica. L’esordio della Juventus in una competizione europea è avvenuto nella  stagione 2015-16, con la partecipazione alla Fiba Europe Cup: in quell’annata Utena si rivelò una grande sorpresa, superando entrambi i turni della fase a giorni fino a raggiungere gli ottavi di finale, persi poi contro il Cibona Zagabria. La squadra lituana aveva sovvertito i favori del pronostico anche nella prima edizione della BCL quando, inserita nel QR2 aveva eliminato i portoghesi del BC Benfica, ottenendo l'accesso alla fase a gironi, conclusa al 4° posto con 9 vittorie, mettendo dietro compagini più quotate come il Telener Ostende e il Cibona. La sua corsa si è poi interrotta ai playoff di qualificazione per la fase finale, dopo aver perso lo scontro contro i greci dell'Aek Atene. Per questa nuova stagione i lituani si sono presentati con il cambio della guida tecnica: coach Antanas Sireika ha lasciato il posto a Gediminas Petrauskas. I risultati non ottimali di inizio stagione hanno costretto il club a un cambio della panchina in corsa ed è arrivato Zydrunas Urbonas.

Il roster è profondo e fisico, composto da un mix di giocatori nazionali e americani. Sono due i sorvegliati speciali della squadra lituana: il play Anthony Ireland, che ha iniziato la carriera professionale all’Helan Chalon nel 2014 e lo scorso anno ha disputato la stagione in Polonia, combo guard americana con tanti punti nelle mani, tipico giocatore che ama prendersi responsabilità e in difesa è un mastino sulla palla. Il secondo è il centro Usa LaRon Dendy, classico journeyman che fa bene il suo lavoro senza strafare, con buone mani e buon istinto a rimbalzo, presente su entrambi i lati del campo. Nel roster troviamo l’ex Fortitudo Jonte Flowers, terzo americano del roster, giocatore che può segnare tanto. Coach Urbonas può contare su tanti giocatori lituani che danno fisicità e profondità al roster. Come il tre-quattro Arvydas Siksnius, il piccolo Dovis Bickauskis mentre sotto canestro hanno Mindaugas Kupsas che è un giocatore di peso. Da sottolineare Korniyenko, ala ucraina, buon saltatore con mani discrete.

L’analisi del gioco della Juventus di coach Federico Pasquini: “Utena è una squadra che ha tante soluzioni offensive per giocare dentro fuori la palla e utilizza molto la zona 2-3 in difesa, che è molto aggressiva. Gli piace correre e giocano di energia”.

Sassari, 07 novembre 2017

Ufficio Stampa

Dinamo Banco di Sardegna