La Dinamo ci prova, Santo Stefano vince

La Dinamo ci prova, Santo Stefano vince

La Dinamo regge giocando un bellissimo primo tempo e prova a mettere in difficoltà la quotata Santo Stefano, ma alla fine cede di schianto nel secondo tempo e chiude al quarto posto nel girone dopo il successo di Firenze su Bergamo. Da fine marzo la seconda fase di piazzamento.

Dinamo che chiude la regular season del campionato Fipic 2021/2022 ospitando la fortissima Santo Stefano. La squadra di Ceriscioli si giocherà fino in fondo la possibilità di giocarsi lo Scudetto, anche se Cantù e Giulianova sono concorrenti molto agguerrite e attrezzate.

Solito starting five per coach Bisin che presenta Bridge come playmaker, Spanu e Quaranta guardie, De Miranda ala e Garibloo centro.

Squadre dipinte di gialloblu per sostenere con un gesto simbolico la vicinanza al pubblico ucraino, scandita anche dal minuto di silenzio.

Inizio contratto da parte degli ospiti, la Dinamo è in partita e cerca di dare battaglia, l’intensità è alta, Bisin vuole maggiore circolazione di palla, Ceriscioli chiama subito time out perché vuole un altro atteggiamento. Bedzeti è un fattore dentro l’area, i marchigiani sono fisici e aggressivi, Sassari fatica a tirare ed è poco lucida nella costruzione di squadra. Santo Stefano difende forte e fa il primo minibreak (2-9). Orgoglio del Banco che con Garibloo e un gioco da 3 punti di De Miranda pareggia il match. La Dinamo non vuole fare la vittima sacrificale e si gioca il match a viso aperto.

Primo quarto che si chiude 15-15 con i ragazzi di Bisin che dopo aver subito l’impatto iniziale di Santo Stefano reagisce e impatta l’incontro. 7/13 dal campo per Sassari contro il 5/14 dei marchigiani.

Partita durissima e fisica, tantissimi i contatti, Tanghe Bedzeti e Griffith sono un trio pazzesco dentro il pitturato. Spanu è galvanizzato dalla partita di Firenze e non molla un centimetro nonostante i tre falli. Il capitano della Dinamo capitalizza ogni possesso, se Sassari può correre fa male, il 10-0 è aperto, il 28-22 costringe Ceriscioli a fermare il match. Bedzeti mostra i muscoli, la Dinamo deve rifiatare, c’è il pareggio di Santo Stefano a quota 30. Bisin deve ruotare la panchina, minuti per Magrì e Rovatti, Bridge gestisce il ritmo, l’arbitro gli fischia il 3° fallo con antisportivo a 23” dall’intervallo, gli ospiti riescono a chiudere al 20’ sopra di 1 punto (36-37)

La Dinamo tiene con il 45% dal campo, ma la coppia Tanghe-Bedzeti ha 28 punti con 9 rimbalzi

In apertura di 3° quarto Santo Stefano alza ancora di più il livello di intensità e di fisicità, il parziale di 10-1 nei primi due minuti e mezzo costringe coach Bisin a chiamare time out. 4 palle perse consecutive, la Dinamo cala a livello di lucidità e non riesce ad uscire dalla morsa degli avversari. Il tappo si stringe, Santo Stefano prova a scappare, Tanghe fa il vuoto, Bedzeti continua a segnare, il parziale diventa 16-4 e poi 25-6 per il 42-62 ospite di fine 3° quarto

Lo strapotere e l’esperienza di Santo Stefano permettono alla squadra ospite di abbassare la guardia, la Dinamo prova a cercare di finire il match nel miglior dei modi ma i marchigiani pressano, aggrediscono e mettono sempre in difficoltà l’attacco di Sassari. Bedzeti commette il 4° fallo quando la partita è già in ghiaccio. Un altro 12-0 in apertura di ultimo periodo permette agli ospiti di allungare e dare connotati molto ampi al punteggio. Il Banco segna il primo canestro a 5’ dalla fine. La differenza fisica e tecnica si allarga ancora di più, la Dinamo ha la spia della riserva accesa, finisce 53-80

La Dinamo chiude al 4° posto il suo girone, vista la vittoria di Firenze in casa con Bergamo. Nella seconda fase di piazzamento, che inizierà il 26 marzo, la squadra di Bisin dovrebbe affrontare Treviso

Dinamo Lab: Bridge 4 (2/2 2p 0/2 3p 8 rbs 4 ass), Quaranta (0/3 2p), Spanu 15 (6/9 1/4), De Miranda 13 (5/10 0/3 11 rbs), Garibloo 21 (9/19 0/1 9 rbs), Gaias (0/1 2p), Magrì (0/1 2p), Asproni (0/1 2p), Rovatti, Uras. All.Bisin

Santo Stefano: Schiera, Griffith 18 (9/14 2p 8 rbs), Giaretti 10 (3/10 1/2), Bedzeti 23 (9/18 2p 10 rbs), Deus Ramos 3 (1/1 2p), Tanghe 20 (7/9 2/4 10 rbs), Chatzidakis (0/4 2p). All.Ceriscioli

MVP: Bedzeti 23 punti con 10 rimbalzi che è continuo all’interno dei 40’, tenendo botta nel primo tempo quando la squadra è in difficoltà e capitalizzando tutto all’interno dell’area. Grande partita anche per Tanghe.