Thomas, sfida oltreoceano

Thomas, sfida oltreoceano

Era un idolo all’high school di Las Vegas, dove ha vinto quattro titoli, era una star ad Arizona dove ha perso un titolo NCAA per un punto, ha debuttato nella WNBA con Phoenix, Sam Thomas a 23 anni ha già fatto molta strada, ma adesso arriva la salita. Uscire dalla propria comfort zone, uscire dagli Stati Uniti e mettersi in gioco in Europa, dimostrare di poter iniziare una carriera da pro.

“Voglio mettermi in gioco, crescendo e cercando di imparare il più possibile da questa nuova esperienza”.

CAMPAGNA ABBONAMENTI WOMEN

WOMEN QUASI AL COMPLETO

Queste sono le parole significative di una giovane rookie, che ha avuto la scuola del padre coach, che ha cercato di costruirsi un percorso universitario di eccellenza, vincendo anche la medaglia Tom Hansen come la più brava sportiva nello studio

“Grazie a mio padre, insieme ai miei fratelli (ha sfidato la sorella Jade di UNLV nel primo turno delle March Madness), ci siamo innamorati di questo sport, ho imparato che le difese vincono i campionati”

Sam Thomas non è solo una guardia mancina tiratrice, ma è una giocatrice di squadra che sa fare tante cose, difendere, aggredire l’avversario, stoppare, mette tantissima energia sul campo

“Sono una guardia tiratrice, ma riesco anche a stoppare, recuperare palloni e difendere. Voglio alzare il livello qualitativo del mio basket e portare energia alla squadra”.

La famiglia è fondamentale nella vita di Sam Thomas, alle prese con la primissima esperienza in Europa dopo stagioni da protagonista negli Stati Uniti tra liceo e college. Infatti, non è arrivata sola:

“C’è anche mia madre con me qua. Avevo bisogno che ci fosse qualcuno, dato che mio padre lavora ma mi raggiungerà nel corso della stagione. Mi aiuta davvero tanto, soprattutto con le faccende domestiche: è bello averla qui e mi fa sentire a casa”.

Coach Restivo voleva questa tipologia di giocatrice da affiancare a Carangelo e Makurat sul perimetro, Thomas rappresenta una scommessa ponderata, le sue qualità, la sua energia, la sua voglia di crescere possono rappresentare un’opzione preziosa per le Women. Lei non ha paura di niente, ha partecipato ad una partita di football al college, segnando un touch down, ogni sfida è una crescita, la stessa che vuole qui alla Dinamo.

Sassari, 22 settembre 2022

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna

GUARDA L’INTERVISTA INTEGRALE SU DINAMO TV