La Dinamo non chiude la rimonta: Trieste vince 74-83

La Dinamo non chiude la rimonta: Trieste vince 74-83

Dopo un primo tempo da 34 punti al Banco non basta la reazione dell’ultimo quarto

È una Dinamo dai due volti quella che scende in campo contro Trieste nell’anticipo della 7°giornata del campionato LBA: i biancoblu approcciano male al match concedendo 58 punti nei primi 20’ a fronte dei 34 segnati. Nonostante le rotazioni coach Cavina non trova dai suoi un’inversione di rotta: negli ultimi 10’ Devecchi e compagni piazzano un break di 29-10 che li riporta a -10 dopo essere stati sotto di 32: Trieste però chiude la sfida con Grazulis e il risultato finale dice 74-83.

Ospiti speciali al PalaSerradimigni. In occasione dell’anticipo della 7°giornata la Dinamo Banco di Sardegna ha avuto il piacere di ospitare i ragazzi dell’Atletico Aipd di Oristano: già legati al club di via Roma da un rapporto di solida amicizia Davide Paulis e compagni, freschi di titolo europeo conquistato con la Nazionale Azzurra, hanno vissuto la sfida dei giganti in parterre. All’intervallo la direttrice generale Viola Frongia ha consegnato ai ragazzi, accompagnati da coach Mauro Dessì, assistant della Nazionale, una maglia autografata e un gagliardetto con dedica.

Coach Demis Cavina manda in campo Clemmons, Burnell, Bendzius, Mekowulu, Gentile, Trieste risponde con Banks, Sanders, Konate, Mian e Grazulis. Trieste parte fortissimo piazzando un break di 9-0: la Dinamo si sblocca dopo 4’con Logan dall’arco e Burnell al ferro. Gli ospiti però continuano la loro corsa e la Dinamo fatica al tiro (4/12 da due e 2/8 da tre dopo i primi 10’): Mekowulu infila i primi punti ma Banks e Delia sono una sentenza. Rotazione di uomini per coach Cavina che con Tyus Battle trova energia e boost: il giocatore ex Enisey riporta i suoi a un possesso (12-15) ma Trieste ricaccia indietro la Dinamo e il primo quarto si chiude 18-25. Anche il secondo quarto si apre con il parziale giuliano: l’Allianz dice 17-4 per il +20. Nonostante le quattro bombe consecutive il Banco non riesce a limitare gli ospiti e concede 58 punti in 20’. Il primo tempo si chiude 34-58. Al rientro dall’intervallo lungo coach Cavina manda in campo un quintetto innovativo con Logan, Gentile, Devecchi, Bendzius e Diop. Una Dinamo operaia riesce a contenere l’offensiva triestina ma nonostante prenda tiri aperti e ben costruiti non trova il canestro. Il terzo quarto si chiude con un parziale di 8-13: il tabellone dice 42-71. Nel quarto quarto però arriva la reazione della Dinamo: dopo aver perso Mekowulu per il secondo antisportivo sanzionato, gli uomini di coach Demis Cavina, con orgoglio e cinismo, risalgono la china. A condurre il Banco ci sono da Jason Burnell (11 punti nell’ultima frazione), Stefano Gentile (in campo con 4 falli e a segno con 10 punti), David Logan e Ousmane Diop. Il Banco piazza un break di 29-10, trovando il canestro con continuità e contenendo l’attacco dell’Allianz. Quando inizia l’ultimo giro di cronometro la Dinamo si riporta a-10 71-81. Ma un canestro di Grazulis mette in cassaforte il risultato e la sfida che si chiude 74-83.

Dinamo Banco di Sardegna – Pallacanestro Trieste 74-83

Parziali: 18-25; 16-33; 8-13;32-12.

Progressivi: 18-25; 34-58; 42-71;74-83.

Dinamo. Logan 9, Clemmons 8, Gandini, Devecchi , Treier 4, Burnell 13, Bendzius 7, Mekowulu 7, Gentile 10, Battle 11, Borra. All. Demis Cavina

Assist: -  Rimbalzi:

Trieste.  Banks 13, Sanders, Fernandez  5, Konate 12, De Angelis 6, Mian 16, Delia 12, Cavaliero 6, Grazulis 9, Lever 4. All. Franco Ciani

Assist: -  Rimbalzi:  

 

Sassari, 06 novembre 2021

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna